Sassari. Liceo Figari: incontro degli studenti col Graphic Designer Luca Devinu

L’artista sardo è uno dei professionisti più affermati nel panorama della grafica nazionale e internazionale

Giovedì 23 gennaio presso l’aula magna del Liceo Filippo Figari s’è svolto l’incontro-conferenza preparativo al workshop con Luca Devinu, graphic designer, meglio conosciuto come Blssnd. L’artista sardo, nato a Pozzomaggiore venticinque anni fa, è uno dei professionisti più importanti e affermati nel panorama della grafica nazionale e internazionale. Devinu, la sua carriera l’ha iniziata come una passione e ha finito per farla diventare un lavoro, collaborare con altri professionisti del settore (come Christophe Szpajdel) pur non spostandosi dall’isola, ha disegnato più di mille loghi per band in tutto il mondo riuscendo a realizzare il logo in stile death metal per la pop star Rihanna.

Blssnd ha sdoganando l’estetica metal al pop, al rap e alla moda creando un percorso artistico alternativo che per chi è coinvolto della materia, come gli studenti di Grafica non può che non essere un evidente modello positivo a cui ispirarsi. L’incontro ha avuto un forte indirizzo motivazionale: la giovane età di Devinu e il suo risiedere e lavorare nell’isola è una concreta finestra su come determinazione e professionalità possano aiutare nell’affermazione in ambito lavorativo e che nel periodo odierno le distanze geografiche contino veramente poco se si ha forte determinazione e una vera passione per il proprio lavoro. La giornata con Blssnd per le classi terze, quarte e quinte del corso di Grafica del Liceo Figari è stata una ottima occasione per conoscere e comprendere meglio le dinamiche dell’esperienza lavorativa nell’ambito della grafica da parte di un vero professionista del settore.

L’incontro è stato il primo di tre fasi, la conferenza/motivazionale era propedeutica al workshop con l’Art Director al quale parteciperanno 20 studenti del Figari, tra febbraio e maggio 2020, con conseguente completamento dei lavori con degli elaborati dei ragazzi che verranno presentati in una futura mostra della scuola. La possibilità di vivere in concreto e ascoltare pareri e idee direttamente da un protagonista del fermento culturale e artistico internazionale è stata una opportunità da non perdere per gli alunni della scuola superiore sassarese, che del veicolare la formazione acquisita al Liceo a sbocchi occupazionali concreti e sempre diversi, in continuo movimento (come nel campo della disciplina del Graphic Designer) ne ha fatto propria missione.




Cagliari. Primo corso di Garante per l’infanzia e l’adolescenza

Verranno formati 40 tutori per i minorenni sardi

Sono 712 i minorenni che si trovano nelle comunità della Sardegna, di cui 441 maschi e 273 femmine. La maggior parte delle ragazze e ragazzi sono sardi, esattamente 578, mentre soltanto 134 sono di nazionalità straniera. Le comunità, in cui sono assistiti, sono 109, di cui 72 fanno capo al Tribunale dei minorenni di Cagliari e 34 a quello di Sassari. Sono alcuni dei dati, relativi al 2018, resi noti dalla Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza, Grazia Maria De Matteis, che ha presentato oggi il bando per diventare tutori legali volontari di minorenni italiani, che si trovano in comunità.

L’esigenza, ha spiegato De Matteis, è di formare 40 tutori che possano occuparsi dei minori, oggi affidati a sindaci e assessori comunali. “La figura che verrà formata – ha spiegato la Garante – dovrà occuparsi del minore, sostituendo la potestà genitoriale, che manca temporaneamente o che manca del tutto, e lo dovrà accompagnare nella sua crescita. Si dovrà occupare, per esempio, dell’iscrizione a scuola, della scelta del medico, ma anche della scelta di un’attività sportiva, dell’autorizzazione a eseguire un intervento medico, della scelta di un corso di studio e, poi, cercare di assecondare le attitudini del minore per fare di lui quella persona che tutti noi vorremo accompagnare nella crescita”.

Il corso sarà attivato per la prima volta in Sardegna e coinvolgerà 40 partecipanti, con un’età non inferiore ai 25 anni. Sarà realizzato in collaborazione con l’Assessorato regionale della Sanità e Assistenza sociale e con il Tribunale dei minorenni di Cagliari. Riguarderà per adesso il territorio di competenza della Procura di Cagliari, ma non è escluso che possa essere replicato anche a Sassari.

Il corso durerà 24/30 ore, si svolgerà a Cagliari, e sarà articolato in due moduli: uno giuridico e uno psicosociale. Alla conclusione del corso sarà sostenuta una prova scritta finalizzata ad accertare l’apprendimento delle competenze di base.

La domanda dovrà essere presentata entro il 17 febbraio 2020, compilando un apposito modulo disponibile sul sito del Consiglio regionale, nella sezione dedicata alla Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza, dove è consultabile il bando, e dovrà essere inviata attraverso posta certificata (Pec) all’indirizzo  garante infanzia@pec.crsardegna.it




A Sassari la finale di Student’s got talent Sardegna

Per la IV edizione si sfideranno trentadue concorrenti in arrivo da tutta l’Isola

Il bullismo e il cyber-bullismo sono una piaga sociale contro la quale è indispensabile intervenire soprattutto attraverso la prevenzione, indirizzando i più giovani a incanalare le energie verso sfide dal valore più elevato e positivo. È così che nasce l’idea di realizzare “Un ‘Bullo’ da palcoscenico”, un’iniziativa organizzata dall’Associazione culturale Music&Movie che giovedì 6 febbraio, alle 9.30, porterà il gran finale della IV edizione sul palcoscenico del Teatro Comunale di Sassari.

A darsi battaglia saranno ben trentadue concorrenti provenienti da tutta l’isola, suddivisi in due squadre per mettere a confronto i propri talenti nel canto, nella musica, nella danza, nel teatro e in ogni altra forma d’arte a loro più congeniale. L’evento è patrocinato dal Comune di Sassari, dalla RAS, dal Consiglio Regionale della Sardegna, la Fondazione di Sardegna e l’Endas Sardegna.

Sarà una sfida d’eccellenza per questi studenti e studentesse delle scuole secondarie di primo e secondo grado in arrivo da Alghero, Porto Torres, Tissi, Osilo, Oliena, Olbia, Buddusò, Nuoro, Burcei, Quartu, Barumini, Sassari e Cagliari. Grazie alle proprie abilità sono riusciti a superare le non facili semifinali del centro-nord e del centro sud, e ora si affronteranno senza esclusione di colpi. Solo una regola: tanto sano divertimento e non superare i tre minuti per ogni esibizione.

«È troppo semplice far gruppetto prendendo di mira singola o singolo, come nelle più comuni forme di bullismo», ha affermato il direttore artistico Roberto Manca, che condurrà la manifestazione con il suo consueto entusiasmo: «Vero coraggio e determinazione – ha spiegato – ci vogliono per affrontare un palcoscenico come il nostro, con un pubblico di 1400 persone che ti “giudica” come nella vita».

Le criticità di un tema così complesso saranno argomentate dalla psicoterapeuta Patrizia Patrizi, docente universitaria e psicologa sociale e giuridica, ormai un punto di riferimento dello spettacolo.

Sempre a tema è previsto un intervento dell’Istituto comprensivo di Ittiri.

A portare in scena le venti performance saranno Beatrice Faggi, Anna Puggioni, Manuel Pagliaro,  Ilaria Mura, Eleonora Montalbano, Carlotta Stoccoro, Angelica Ibba, Andrea Spadaccini, Daniele Delogu, Ludovica Soro, David Arnould, Matteo Arnould, Manuel Sechi, Andrea Idini, Sofia Zironi, Anna Delogu, Maria Chiara Deliperi, Giada Porcu, Giulia Nivola, Graziano Picoi, Nicole Usai, Miriam Saba, Laura Carta, Alice Cabizza, Sofia Ardito, Nicole Leggieri, Giaime Monni, Michele Sergi, Grazia Puligheddu, Simone Mocci, Rachele Deidda ed Elisa Porcu.

Selezionatissima la giuria competente, composta per l’occasione da Francesca Arca, Fabrizio Sanna, Sharon Podesva, Laura Calvia, Simona Cillo, Lory Warner, Alessio Paddeu, Carlo Solinas, Francesca Arcadu, Marco Sanna, Anna Paola Dalla Chiesa e Federico Canu.

Le due squadre saranno capitanate da due fantastici coach come Fabio Loi e Marcella Mancini, disponibili a far da “collante” per i giovani gruppi. Sono previse inoltre le esibizioni fuori concorso di Angelo De Serra, Lorenzo Aresti, Vindice Boi e Morgana Siddi, vincitori delle prime tre edizioni.

Un po’ di pepe arriverà poi dalla presenza delle nove opinioniste Esmeralda Ughi, Anna Laura Tocco, Laura Monachella, Silvia Pilia, Serena Carta Mantilla, Veronica Dessì, Pina Ballore, Maria Giulia Elena Carta, Maria Paola Curreli e Daniela Frigau, che esporranno le proprie valutazioni senza timore di scontrarsi con la giuria.

L’evento è aperto a tutti e prevede una speciale riduzione del biglietto per il mondo delle scuole. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al 3401846468.




Sassari. Il Comitato invita le famiglie all’iscrizione al Monte Rosello Basso

Vengono evidenziati i tanti aspetti positivi della scuola e il suo grande potenziale

Nell’attesa che la Regione decida sul piano di Dimensionamento scolastico e in particolare sulla vicenda dell’IC Monte Rosello Basso, il Comitato dei genitori e cittadini che si è costituito contro la sua soppressione, sottolinea l’eccellenza della scuola e invita le famiglie all’iscrizione alle varie scuole di ogni ordine e grado presenti nell’Istituto. Considerato il particolare momento che ha disorientato diversi genitori e cittadini della città, il Comitato ritiene utile rinforzare i tanti aspetti positivi della scuola e il suo grande potenziale che può solo crescere con il mantenimento dell’autonomia.

L’Ic Monte Rosello Basso è vivo, aperto e funzionante: in tutte le sedi si svolge l’attività formativa ed educativa curriculare con il tempo pieno all’infanzia e alla primaria; l’indirizzo musicale alla media, arricchita dalle numerosissime attività ed iniziative che vanno dall’infanzia alla primaria alla media. Sono diversi i progetti regionali, nazionali ed europei che forniscono non solo risorse economiche ma potenziano il corpo docente e ampliano la conoscenza del mondo e la visione culturale.

Sono attivi progetti per:

  • lo studio delle lingue europee: quattro progetti Erasmus plus (scambi europei, linguistici, cittadinanza attiva) per tutti gli ordini di scuola; Potenziamento lingua inglese; Certificazioni Ket, Cambridge; Clil: insegnamento di una disciplina scolastica in lingua straniera;
  • l’indirizzo musicale: lo studio di Pianoforte, Clarinetto, Tromba, Percussioni; il Coro polifonico della scuola aperto a studenti di tutto l’istituto;
  • l’insegnamento scientifico: laboratori scientifici e insegnamento innovativo della matematica con la partecipazione al Rally matematico, Coding;
  • l’educazione motoria: Potenziamento sportivo (Atletica inclusiva);
  • il recupero scolastico: Laboratori e rappresentazioni teatrali, “Futuro prossimo” in collaborazione con associazioni locali e nazionali come Save the children, altre scuole e istituzioni;
  • la dispersione scolastica: programma regionale Iscola Linea C -“Non disperdiamoci” per tutti gli ordini di scuola;
  • l’educazione alimentare: Frutta e verdura nelle scuole- Progetto GEMEAZ: “Contro lo spreco alimentare”; la Salvaguardia dell’ambiente attraverso la raccolta differenziata con TaMaLaCa’  – Comune di Sassari;
  • l’educazione sanitaria: Progetto LILT per la prevenzione contro i tumori.

Tutto questo si può conoscere leggendo i documenti pubblicati nel sito web della scuola, visitandola e parlando con gli insegnanti, proseguirà e sarà ampliato perché gli insegnanti sono e rimarranno a fare il loro lavoro nel modo migliore nelle loro sedi.

Nel sito web della scuola una pagina spiega come ci si iscrive e invita chi voglia iscriversi a tutti i plessi della scuola a rivolgersi alla segreteria per qualsiasi informazione: l’iscrizione alle scuole di tutti i suoi plessi può essere inoltrata solo utilizzando i suoi dati e il suo sistema di iscrizione informatico.

Per ogni altro chiarimento sull’iscrizione e sull’offerta formativa è possibile rivolgersi al dirigente e agli insegnanti nelle diverse sedi. La scuola non chiude, in nessun caso.

L’Istituto Monte Rosello Basso è vivo e funzionante, per questo il Comitato di genitori e cittadini si oppone alla sua soppressione: l’Istituto merita che la sua autonomia e la sua unità vengano riconosciute per non rischiare di interrompere il processo di crescita di questi anni.

Alla Regione, a cui spetta la decisione in merito, il Comitato chiede di applicare il principio, esposto nelle Linee guida regionali e dall’Assessore alla Pubblica Istruzione, secondo il quale nessuna autonomia sarà soppressa, tantomeno quelle per cui non esiste nessun motivo di soppressione.




Cagliari. Studenti alla scoperta del mondo dell’energia elettrica

Iniziativa di sostenibilità di E-Distribuzione con l’Istituto Comprensivo “Grazia Deledda” di San Sperate

E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete elettrica a media e bassa tensione, ha realizzato degli incontri formativi rivolti agli alunni delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado presso l’innovativo Centro di Addestramento Operativo (CAO) di Cagliari.

Si tratta di una delle tante iniziative di sostenibilità di E-Distribuzione a favore del territorio, con lo scopo di coinvolgere in attività di formazione, informazione ed addestramento partner esterni come scuole, università, associazioni, nonché tutti gli enti che svolgono un ruolo sociale nella gestione delle situazioni di emergenza come Protezione Civile, Vigili del Fuoco e Corpo Forestale e Vigilanza Ambientale.

Grazie alla collaborazione con la Dirigente Scolastica, Dott.ssa Adriana Mura e le docenti di Scienze e Tecnologia, le classi terze della Scuola Secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “Grazia Deledda” di San Sperate, hanno aderito all’iniziativa di E-Distribuzione.

Tramite una metodologia didattica interattiva sono stati illustrati ai ragazzi i temi del ciclo di generazione, distribuzione e misura dell’energia elettrica e, nell’ottica della vicinanza al territorio, sono stati sviluppati i temi della sostenibilità e della mission di E-Distribuzione con particolare attenzione anche ai temi della sicurezza quale fattore di prevenzione e protezione.

I ragazzi hanno effettuato inoltre una visita al campo prove del Centro di Addestramento Operativo, struttura che è stata realizzata per promuovere la formazione teorica e soprattutto pratica del personale operativo di E-Distribuzione, ma anche per ospitare eventi di “safety coaching rivolti al personale delle imprese appaltatrici. Il Centro di Cagliari è costituito da 2 Aule didattiche, un Laboratorio attrezzato ed un Campo Scuola corredato di impianti dimostrativi.

Infine, gli studenti hanno potuto immergersi nel mondo tridimensionale della Realtà Virtuale, metodo formativo innovativo ed emotivamente impattante per via della tipologia degli scenari proposti e dello svolgimento virtuale di attività quali l’installazione di un contatore dell’energia, elettronico, e delle manovre sugli apparati in una cabina secondaria. A fine giornata sono stati anche accennati i meccanismi di immissione e di carriera in E-Distribuzione

Enrico Bottone, Responsabile Area Nord- Ovest di E-Distribuzione ha dichiarato: “Abbiamo riscontrato grande attenzione e interesse verso l’iniziativa; siamo un’azienda che si mette a servizio delle comunità in cui opera in un’ottica di sostenibilità ed attenzione verso il territorio con uno sguardo al futuro dei nostri giovani. Conoscenza del sistema elettrico, mondo scuola-lavoro, operare in sicurezza e innovazione tecnologica sono le direttrici di questi seminari”.




Crei Acli: Incontro Sardegna – Canarie

Grazie al progetto su Spopolamento, Economia, Trasporti e Turismo

Entra nel vivo il progetto di Crei Acli incentrato sull’interscambio di politiche di sviluppo. Carta (Crei): “L’obiettivo è creare un sistema di relazioni stabili e di confronti periodici in grado di portare risultati concreti per la nostra economia”.

Trasporti e continuità territoriale, esenzioni e agevolazioni per le imprese, incentivi per i giovani e opportunità nel settore turistico. Sono questi i principali temi su cui si incentra il progetto di confronto sullo sviluppo tra la Sardegna e l’arcipelago delle Canarie lanciato dal Crei, assieme alle Acli provinciali di Cagliari.

L’incontro tra queste realtà isolane con tanto in comune, sta per entrare nel vivo dopo circa un anno di incontri preparatori e progettazione. «Ciò che vogliamo ottenere è la creazione di un sistema di relazioni stabili e di confronti periodici in grado di portare risultati concreti per la nostra economia – spiega il presidente del Crei Acli (Comitato Regionale Emigrazione e Immigrazione) Mauro Carta –. Dopo gli incontri preliminari degli scorsi mesi, il progetto prevede ora una fase di stimolo di gemellaggio tra comuni, progetti di interscambio e di contrasto allo spopolamento, opportunità di contatto tra associazioni e momenti di condivisione di buone pratiche sui principali temi comuni: dai trasporti e la continuità territoriale alle opportunità offerte dal turismo tra cultura e natura».

L’arcipelago spagnolo situato nell’Atlantico, al largo delle coste marocchine, conta oltre due milioni di abitanti e ha un Pil in costante crescita negli ultimi anni (oltre il 2%), in particolare grazie alle politiche legate al Turismo e allo stimolo dei consumi.

A dicembre scorso si è tenuto un importante incontro nell’isola di Gran Canaria durante il quale sono state poste le basi per l’ingresso nella fase operativa del progetto.

La rappresentante delle Acli Isabel Vera ha incontrato Don Jose Carlos de Blasio, Console italiano nell’isola di Gran Canaria, Antonio Medina, presidente de FENORTE (federazione imprenditoriale dei comuni del nord dell’isola), Pablo Linares, Direttore del Patronato di Turismo di Gran Canaria ed esponenti di Mancomunidad, Unione di comuni del nord, di Patio de Las Culturas, associazione che si occupa di intercultura, formazione, immigrazione, diritti umani, e di Charter GC, associazione di donne imprenditrici molto riconosciuta dalle istituzioni, lottano per la disuguaglianza e la violenza di genere.

A breve verrà individuato un comune facente parte della Mancomunidad (Comarca dei comuni del nord di Gran Canaria) che assieme al comune di Iglesias darà il via al processo per il gemellaggio.




Sassari. Giornata della memoria

Le iniziative al Liceo Azuni

Sabato 25 gennaio, con inizio alle ore 11, nell’aula magna del Liceo Azuni, in via Rolando, si terrà un concerto diretto dal maestro Paolo Carta, con la partecipazione del coro “Matilde Salvador” di Alghero, in apertura degli eventi dedicati alla “Giornata della memoria” che sarà celebrata lunedì 27 gennaio.

L’esecuzione dei brani scelti per la ricorrenza sarà curata da Paola Orani e Mario Chessa al violino, Marco Demurtas e Diego Salis al clarinetto, Nicolas Capettini al contrabbasso e Francesco Saba al pianoforte. Si esibirà per l’occasione anche il baritono Antonello Arca, mentre alla lettrice Emma Gobbato sarà affidata l’interpretazione di alcuni brani tratti dalle testimonianze di chi ha vissuto il dramma della prigionia nei campi di concentramento nazisti.

Lunedì 27 gennaio, invece, un gruppo di alunni del Liceo Azuni, coordinato da alcuni ex studenti dell’istituto, andrà in giro per le classi della sede centrale di via Rolando e di quella dei corsi musicale e coreutico di via de Carolis per proporre alcune letture tratte da opere dedicate alla tragica vicenda dell’Olocausto e promuovere il dibattito sull’argomento.

Le classi quarte e quinte dei tre indirizzi di studio del Liceo Azuni, infine, parteciperanno ad un evento organizzato per lunedì 27 gennaio al teatro comunale di Sassari dall’amministrazione cittadina per celebrare la “Giornata della memoria”, al quale hanno aderito insieme alle altre scuole nel quadro delle attività previste per l’area disciplinare di cittadinanza e costituzione.




Sassari. Corso di Public Speaking

A cura di Sante Maurizi

Parlare correttamente e comunicare in pubblico in modo efficace: a Sassari, presso la Libreria Koinè, corso-base di Dizione e Public Speaking a cura di Sante Maurizi.

Due gruppi (max 10 allievi), 8 incontri di 90′ ciascuno, con cadenza settimanale:
– Gruppo1 – il mercoledì dalle 20:30-22:00 (dal 29 gennaio 2020)
– Gruppo2 – il sabato dalle 18:00-19:30 (dal 1° febbraio)

Per iscrizioni rivolgersi in libreria, via Roma 137, 079275638, libreriakoine@gmail.com

Il corso consentirà di scoprire la propria voce, gestire il respiro, superare l’ansia, controllare il proprio corpo. Da una parte e dall’altra della cattedra, a scuola e all’università. A un incontro di lavoro, di fronte a una platea, dovunque ci sia la necessità di comunicare dal vivo.




Sassari. In Confartigianato proseguono i corsi sui FER (fonti di energia rinnovabili)

Formazione obbligatoria per il Responsabile Tecnico delle imprese termoidrauliche ed elettriche che si occupano di FER

Proseguono in Confartigianato a Sassari i corsi di aggiornamento obbligatorio sui FER (Fonti di Energie Rinnovabili) dedicati ai responsabili tecnici delle imprese termoidrauliche ed elettriche.

Il D. Lgs. 28 del 2011, poi modificato dal D.L. 63 del 2013, ha disposto che le imprese già abilitate, ai sensi del D.M. 37/2008, debbano necessariamente aggiornarsi per poter continuare ad operare e rilasciare dichiarazioni di conformità sui seguenti impianti: pompe di calore per riscaldamento e refrigerazione, sistemi solari termici, caldaie, stufe e caminetti a biomassa (pellet e legna), sistemi fotovoltaici e fototermoelettrici.

I corsi prevedono un modulo unico (8 ore) per i termoidraulici e gli elettricisti, concentrato sugli aspetti tecnico-pratici, con i relativi richiami alla normativa generale e tecnica e la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti alimentati da FER ed un modulo specifico per le singole tipologie di abilitazione (8 ore).

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato che consente di adempiere all’obbligo normativo.

Per chiarimenti sulla normativa e sulle modalità di adesione ai corsi si prega contattare la Confartigianato di Sassari al n° 079 280698.




Sassari. Seminario: “Brexit: scenari, impatto, problemi e prospettive per le aziende”

Presso la Camera di Commercio mercoledì 22 gennaio alle ore 15
In vista dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, l’Ufficio delle Dogane di Sassari, in collaborazione con la Camera di Commercio di Sassari, ha organizzato un seminario sul tema “Brexit: scenari, impatto, problemi e prospettive per le aziende”.
L’iniziativa è in programma mercoledì 22 gennaio nella sede della Camera di Commercio in via Roma, alle 15.

I lavori saranno introdotti dai saluti istituzionali di Franca Tiloca, vice Conservatore del Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Sassari, Roberto Chiara, Direttore Interregionale dell’Agenzia Dogane e Monopoli per la Toscana, Sardegna e Umbria e Luca Cancelliere, Dirigente dell’Ufficio delle Dogane di Sassari. Seguiranno gli interventi tecnici di Antonella Corrias e Roberto Tola, funzionari referenti Brexit, che forniranno ai professionisti e agli operatori economici interessati ogni informazione necessaria circa l’impatto della Brexit sugli scambi commerciali e di conseguenza sulle attività delle imprese.

Verranno illustrati i regimi doganali, gli strumenti di semplificazione esistenti nell’ordinamento comunitario, sia nell’ambito degli scambi con i paesi extra-UE che all’interno del territorio dell’Unione (Esportatore Registrato, Esportatore Autorizzato e status AEO), nonché le problematiche legate alla spedizione e circolazione dei prodotti soggetti e assoggettati ad accisa, quali prodotti energetici e prodotti alcolici, vini e liquori, che interesseranno
soprattutto il comparto agroalimentare e i produttori di vini e liquori tipici del territorio.
Saranno affrontate, inoltre, le conseguenze dell’effetto Brexit, oltre che sui porti, anche sul controllo passeggeri in ambito aeroportuale.




Cagliari. R&aDing: incontri di conversazione e lettura per stranieri

Un totale di cinque incontri gratuiti da due ore che avranno come obiettivo favorire l’integrazione degli stranieri

 

Letture, racconti, giochi, ma anche approfondimenti sull’educazione civica e la cultura del nostro Paese. Reading for rights & duties è un progetto organizzato dalle Acli provinciali in collaborazione con Crei Acli e Amal, portato avanti dai ragazzi del Servizio Civile Nazionale per favorire l’integrazione degli stranieri con la popolazione locale attraverso il miglioramento delle competenze linguistiche e la conoscenza della cultura civica e della vita civile in Italia.

 

Gli incontri gratuiti del progetto R&aDing, destinati immigrati, giovani e adulti, con un livello di lingua italiana intermedio, si terranno il mercoledì dalle 16.30 alle 18.30 nella sede delle Acli provinciali di Cagliari in viale Marconi, 4. I meeting, cinque appuntamenti per un totale di dieci ore, saranno strutturati come “Conversazione in italiano” e verranno portati avanti attraverso letture, racconti, giochi, ma anche accenni trasversali e imprescindibili alla grammatica e al lessico. Durante gli incontri, inoltre, verranno approfonditi argomenti di educazione civica e di cultura italiana.

 

La partecipazione è gratuita, ma per ragioni assicurative è richiesta la tessera associativa Acli 2020. Per maggiori informazioni e per le iscrizioni contatta la segreteria al numero 07043039 o alla mail acliprovincialicagliari@gmail.com




Cagliari. Prosegue Significante 2020 con Nulla di Marcello Fois

Per il secondo appuntamento di Significante 2020 – UMBRAS, la Casa di Suoni e Racconti porta in scena “Nulla” di Marcello Fois con l’attrice Anna Brotzu e il musicista Andrea Congia. Domenica 19 Gennaio a Cagliari a Casa Saddi continua la Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica

È dedicato a Nulla di Marcello Fois il secondo spettacolo presentato all’interno della tredicesima edizione di Significante che quest’anno prende il nome di UMBRAS. Dieci le Opere di altrettanti Scrittori che compongono il cartellone della Rassegna, tutte volte a indagare le Ombre nella Letteratura Sarda sia per quanto concerne tematiche, personaggi e ambientazioni, sia per generi, stili e forme espressive, prefiggendosi il fine di riportare alla luce Storie e Personaggi che raccontano la nostra Isola.

L’Opera di Fois verrà presentata Domenica 19 Gennaio 2020 alle ore 18:30 presso Casa Saddi a Cagliari (Via Enrico Toti 24 – Pirri). Sul palco l’attrice Anna Brotzu e il musicista Andrea Congia daranno voce a tre delle sedici storie raccolte nel testo pubblicato nel 1997 da Il Maestrale, e vincitore nello stesso anno del “Premio Dessì”. Una collezione di storie, quasi un’Antologia di Spoon River, che mette al centro uomini e donne al confine, tra la vita e la morte, in una escalation verso il vuoto, verso il niente, verso l’assenza. Sullo sfondo la cittadina di Nulla, un borgo come tanti, dove centro e periferia si confondono, un non-luogo da cui spiccare l’ultimo volo.

La performance di parola e musica fa parte del multiforme cartellone dedicato alla Letteratura Sarda, di ieri e di oggi, allestito dall’Associazione Tra Parola e Musica – Casa di Suoni e Racconti, in stretta collaborazione con le Associazioni Culturali Symponia e Casa Saddi e con il sostegno di numerosi partner tra cui Unica Radio, Radio Ascolto Live e l’azienda Pesolo – Strumenti Musicali. La Rassegna gode inoltre del Patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, della Città Metropolitana e del Comune di Cagliari, della Municipalità di Pirri e della Fondazione di Sardegna ed è il primo segmento del progetto artistico-culturale che prende il nome di TRA Le musiche, con cui la Casa di Suoni e Racconti indaga l’agire performativo della Musica. A supporto dell’intero Progetto è stata attivata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma buonacausa.org (https://buonacausa.org/cause/tra-le-musiche-2020).

Il costo del biglietto d’ingresso allo Spettacolo è di 10 euro. Al termine della serata sarà allestito un buffet per chi avrà piacere a trattenersi per un momento conviviale e di incontro con gli artisti.

13 edizioni, 72 Spettacoli, 207 date realizzate in 35 Comuni Sardi e 12 Centri della Penisola, coinvolgendo diverse decine di artisti e arrivando a migliaia di spettatori. Questi sono i numeri della Rassegna di Spettacolo Significante che si ripresenta nel 2020 con 10 titoli tra spettacoli di repertorio e nuove produzioni.




Cagliari. Aperte le adesioni ai corsi di russo per l’inverno 2020

I corsi sono organizzati dal Centro di Lingua Russa di Cagliari presso il Consolato onorario bielorusso

Entro il 26 gennaio sarà possibile aderire ai corsi di russo vari livelli organizzati dal Centro di Lingua Russa di Cagliari presso il Consolato onorario bielorusso.

Il Centro è nato nel 2015 alla presenza del Pro Rettore dell’Università Statale di Mosca, Prof.ssa Tatiana Kortava in occasione del Primo Forum Internazionale della Lingua Russa in Sardegna e gode della collaborazione del Centro relazioni internazionali del Ministero Istruzione bielorusso.

Il Centro è diretto dalla D.ssa Inna Naletko, pluriennale pregressa esperienza a livello universitario (Centro linguistico di Ateneo, Facoltà di lingue, Facoltà di Economia dell’Università di Cagliari), direttore del Centro di Lingua Russa e Cultura Slava, relatrice in numerosi simposi linguistici internazionali e attestati di specializzazione presso l’Università Statale Linguistica di Minsk e l’Università Statale di Mosca “Lomonosov”

I corsi si terranno a Cagliari presso la sede del Consolato onorario bielorusso in Via Lanusei, 29 con inizio dal 5 febbraio secondo il seguente calendario:

Lingua Russa Principianti  (50 ore):

  • Corso A Lunedì – Mercoledì ore 18:00 – 20:00
  • Corso B Martedì – Giovedì ore 16:00 – 18:00

Lingua Russa Avanzato (50 ore):

  • Corso A Lunedì – Mercoledì ore 16:00 – 18:00
  • Corso B Martedì – Giovedì   ore 18:00 – 20:00

Corsi in altri orari potranno tenersi solo su richiesta di gruppi di 6 persone.

I gruppi sono formati da minimo 6 ad un massimo 8 persone per garantire un approccio personalizzato e la migliore attenzione agli allievi.

Si tratta quindi di corsi rivolti a coloro intenzionati ad apprendere la lingua russa in maniera professionale con attestato di frequenza rilasciato dal Consolato Bielorusso.

Tutti gli aderenti avranno, inoltre, la possibilità di partecipare ai gruppi di conversazione di lingua russa in programma con la presenza di un consistente numero di conversatori madrelingua che vivono in Sardegna

Per l’ammissione ai corsi sarà preso in considerazione l’ordine cronologico di ricezione dell’adesione.

Per informazioni e adesioni contattare l’indirizzo mail: linguarussacagliari@gmail.com




Sassari. Questione Monte Rosello Basso

L’Assessora Arru conferma la soppressione

Dopo il clamoroso dietrofront del 9 gennaio scorso, l’Assessora comunale Arru ha incontrato il 15 gennaio scorso una delegazione di genitori del Comitato in difesa dell’Istituto Comprensivo Monte Rosello Basso.

Nessun ripensamento, nessuna revoca della delibera comunale in cui il Comune di Sassari decide la soppressione della storica scuola del Sacro Cuore del quartiere del Monte Rosello.

La delegazione a più riprese ha chiesto come mai non sia stata rispettata la decisione della Conferenza dei Sindaci in cui a maggioranza (16 su 21) ha respinto la proposta di soppressione. I genitori hanno chiesto anche il motivo per cui non sono state seguite le linee guida deliberate dall’Assessorato regionale alla Pubblica istruzione in cui si stabilisce che la linea politico-programmatica per la Regione Sardegna sia quella di mantenere e difendere tutte le autonomie scolastiche. L’Assessora Arru ha risposto che il parere della Conferenza dei Sindaci non è vincolante e che il Comune di Sassari non è tenuto a seguire le indicazioni delle Linee guida regionali e che tantomeno cambierà posizione per una raccolta di firme.

La delegazione ha obiettato in maniera puntuale alle affermazioni dell’Assessora con i diversi argomenti già esposti nell’Istanza inviata a Comune e Regione, nella Petizione e in altri documenti ma tutto questo non ha prodotto alcuna apertura al dialogo.

Nel suo lungo intervento la Arru ha detto che “Le autonomie le salvano solo i numeri e che le autonomie si perdono solo quando si perdono i numeri”. A questa affermazione la delegazione ha incalzato l’Assessora chiedendo allora come mai si vuole sopprimere un Istituto sano, con tutti i numeri a posto, che ha più di 800 iscritti e che rispetta tutti i parametri ministeriali e regionali. Un Istituto, hanno sottolineato i genitori, che costituisce un’eccellenza ed è ricco da un punto di vista didattico e culturale con i diversi progetti in corso come ad esempio Erasmus plus per tutti gli ordini di scuola; il potenziamento della lingua inglese; i progetti contro la dispersione scolastica (Linea C) “Non disperdiamoci” e tanti altri.

L’Assessora non ha dato risposte ma ha difeso alcuni Istituti cittadini, ignorando completamente il Monte Rosello Basso. In particolare, ha sottolineato che l’Istituto Comprensivo di via Manzoni potrebbe trovarsi in sofferenza, rischiando di perdere la presidenza e ha quindi ritenuto necessario potenziarlo attribuendogli un ulteriore plesso sottratto all’IC Monte Rosello Basso, quello di via Baldedda, che si troverebbe in una posizione più favorevole rispetto alla parte alta del quartiere.  Lo spostamento dei plessi di via Forlanini da l’IC San Donato all’IC Salvatore Farina ha reso inoltre necessario il soccorso all’IC San Donato, con l’attribuzione dei plessi di P.zza Cuore e di via Pavese, sottratti anche essi all’IC Monte Rosello Basso.

L’Assessora Arru ha poi affermato che con la soppressione dell’IC Monte Rosello Basso e l’attribuzione dei suoi plessi ai due Istituti Monte Rosello Alto e San Donato, i plessi ex Monte Rosello Basso non solo non perderanno niente, ma avranno solo da guadagnarci.

A conclusione dell’incontro, l’Assessora Arru ha confermato che il Comune non revocherà la delibera né modificherà il Piano di Dimensionamento cittadino.

La delegazione ha preso atto di queste dichiarazioni e non accetta in alcun modo la presa di posizione dell’Assessora sottolineando che con il mancato rispetto della Conferenza dei sindaci e delle Linee guida regionali il Comune disattende quanto prescritto dalle leggi vigenti.

Appare inverosimile che venga a mancare il rispetto delle norme da parte di Amministratori pubblici, che ritengono legittimo amministrare secondo proprie interpretazioni e ritengono di non essere tenuti a scelte oggettive e razionali quali, nel caso, il numero di alunni e il bacino di utenza della scuola.

Ad oggi la decisione finale compete alla Regione alla quale il Comitato di genitori e di cittadini ribadisce la richiesta di non accogliere la delibera del Comune di Sassari.




Sassari. Malattie oncoematologiche e percorsi di immuno-terapia

Il 24 gennaio in Camera di Commercio il corso-convegno sulle “Prospettive immunologiche in onco-ematologia”

Conoscere e capire quei meccanismi immunitari che sono coinvolti nei processi attraverso cui avvengono le alterazioni, che portano allo stabilirsi e allo svilupparsi di molte malattie oncoematologiche, può aiutare a realizzare specifici percorsi di immuno-terapia. Un vantaggio che si traduce in un impatto determinante sulla prognosi e sulla qualità di vita di molti pazienti onco-ematologici.

Questo il tema che sarà messo in evidenza nel corso-convegno che si aprirà il 24 gennaio alla Camera di Commercio di Sassari e avrà come titolo “Prospettive immunologiche in onco-ematologia”. L’incontro, organizzato dalla struttura complessa di Ematologia dell’Aou di Sassari diretta dal professor Claudio Fozza, si aprirà alle 8,30 e, dopo i saluti istituzionali si concentrerà in tre sessioni, due mattutine e una pomeridiana.

Tre momenti che consentiranno di concentrare gli interventi dei relatori sui meccanismi immunitari nella patogenesi delle malattie onco-ematologiche, sull’immunoterapia nelle neoplasie linfoidi quindi sull’immunoterapia nelle neoplasie non linfoidi.

«Negli ultimi anni – afferma Claudio Fozza – è sempre più chiaro che specifici meccanismi immunitari sono profondamente coinvolti nella patogenesi di molte malattie oncoematologiche. Questa consapevolezza coinvolge quasi tutti i principali sottotipi di patologie attualmente caratterizzabili, partendo dalle diverse varietà di malattie linfoproliferative per arrivare, solo più recentemente, a neoplasie di origine mieloide come le sindromi mielodisplastiche e la leucemia acuta mieloide», conclude il docente.

Gli esperti, numerosi quelli isolani e dalla penisola, che si alterneranno al tavolo dei relatori parleranno di mieloma multiplo, sindromi mielodisplastiche, leucemia acuta mieloide e leucemia mieloide cronica quindi ancora di leucemia linfoblastica acuta, di linfomi, di leucemie acute mieloidi, di trapianto di cellule staminali e di tumori solidi.




Sassari. Seminario formativo sul MEPA e Sardegna CAT

Organizzato da Confartigianato Sassari e Sportello Appalti Imprese, si terrà a Sassari il 23 gennaio 2020 alle ore 9,30 presso la Sala riunioni Confartigianato

Si terrà il prossimo giovedì 23 gennaio 2020, dalle ore 9,30, presso la sala riunioni della Confartigianato in Via Alghero 30 a Sassari, l’importante seminario formativo riguardante le modalità per diventare fornitori della Pubblica Amministrazione abilitandosi al MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione) e a Sardegna CAT, la piattaforma della Regione Sardegna.

Si tratta di un’opportunità che la Confartigianato provinciale di Sassari ha programmato in collaborazione con lo Sportello Appalti Imprese di Sardegna Ricerche.

Oggi vi è la consapevolezza che i mercati elettronici rappresentano un importante canale commerciale e di visibilità degli operatori nei confronti della pubblica amministrazione. Però ancora tante imprese locali perdono importanti occasioni di lavoro perché non sono iscritte né al MEPA né a Sardegna CAT o hanno difficoltà ad utilizzare efficacemente tali strumenti.

L’obiettivo del laboratorio in programma il 23 gennaio p.v. è quello di stimolare gli operatori economici del territorio all’utilizzo di tali strumenti, utili per poter negoziare le proprie offerte con la Pubblica Amministrazione, beneficiando di una maggiore visibilità all’interno del mercato pubblico.

Abbiamo notato che si stanno iscrivendo alle piattaforme elettroniche citate anche imprese che arrivano da oltre tirreno, quindi un’”invasione” di aziende del continente a discapito delle ditte locali. In prospettiva questo può rappresentare un problema perché fondamentalmente si riducono gli spazi di mercato e di visibilità per le imprese locali.

Per questo invitiamo gli imprenditori a partecipare all’importante iniziativa non fosse altro per capire i vantaggi di tali strumenti e procedure in vista di una prossima abilitazione per cogliere nuove opportunità di lavoro.

Relatore dell’incontro sarà il Dott. Marcello Secchi dello Sportello Appalti Imprese.

Per partecipare al seminario e per essere aggiornati di altre iniziative dello Sportello Appalti si chiede di registrarsi al seguente link http://www.sportelloappaltimprese.it/agenda/eventi/246/.

Per ulteriori informazioni contattare l’ufficio categorie della Confartigianato di Sassari al 079280698.