Santa Teresa Gallura. Partiti, gruppi e movimenti all’opera in vista delle prossime elezioni comunali |

Tra qualche mese gli elettori di Santa Teresa saranno chiamati alle urne per il rinnovo del Consiglio comunale. È ovvio, quindi, che partiti, gruppi e formazioni di vario tipo, affilino le armi per scendere in campo con l’obiettivo di governare il paese.

Si tratta, ovviamente, di un’aspirazione legittima, frutto, evidentemente, di un programma e di una strategia per meglio garantire lo sviluppo di Santa Teresa e migliorare le condizioni socio-economiche degli abitanti.

Naturalmente l’auspicio dei teresini è quello che quanti mirano a far parte del prossimo Consiglio comunale, non si mettano in gioco per puro e semplice spirito di coronamento di un’ambizione personale, ma per gettare le basi affinché il paese sia in grado di superare le difficoltà del momento. Si è di fronte a difficoltà che, per inciso, sono palpabili e si toccano con mano in tutti i settori: commercio, edilizia, pesca, turismo e chi più ne ha, più ne metta.

Si è di fronte, in sostanza, ad una situazione che non può essere ignorata e, tanto meno, da prendere sotto gamba, ma che, viceversa, come direbbe qualcuno, andrebbe “presa per le corna”, al fine di far rifiorire una situazione economica che, da alcuni anni a questa parte, è in continuo declino.

Di chi la colpa? In parte è imputabile alla crisi economica nazionale e internazionale, senza trascurare le responsabilità di chi, nel corso di questo quinquennio, ha governato Santa Teresa, ignorando, soprattutto, settori e condizioni che, se adeguatamente supportate, avrebbero impedito il naufragio di un’economia che, in passato, era piuttosto florida e in continua espansione.

Gli attuali amministratori comunali non si devono dolere se rimarchiamo che localmente l’economia sta attraversando una crisi alquanto profonda. Non siamo solo noi a sostenerlo, bensì è un “grido di dolore” di gran parte della popolazione.

Molto probabilmente sono stati i segnali della crisi economica a determinare la nascita del “Gruppo di Opinione 2040”, che ha già avuto incontri con delegazioni del Pd e con esponenti del centrodestra.

E, allora, che dire in proposito? La sensazione, infatti, è quella che le diverse “anime” del Partito Democratico e del centrodestra non riescano a trovare una linea comune non tanto per quanto attiene ai programmi, quanto per la composizione delle proprie liste e, in primis, per l’indicazione del candidato sindaco.

C’è da credere, tuttavia, che il Partito Democratico, alla fine, riuscirà a trovare una linea comune, sia per quanto riguarda la composizione della lista, sia l’indicazione del candidato sindaco, mentre il percorso del centrodestra si annuncia irto di difficoltà.

Difficoltà che scaturiscono dal fatto che in sede locale, fatta eccezione per la Lega, i partiti di riferimento (Forza Italia, Riformatori, U.D.C. e P.d’I) agiscono ed operano a “ruota libera” attraverso singoli esponenti, ignorando alleanze a livelli nazionali e regionali.

Si ha la sensazione, infatti, che la loro azione abbia un solo obiettivo, ossia ritagliarsi un ruolo ed uno spazio per soddisfare le proprie ambizioni di una candidatura.

Stando così le cose, riteniamo che anche il Pd, stavolta, abbia non poche preoccupazioni di sorta, non solo per la formazione di una lista propria, ma anche per il timore di finire all’opposizione. E’ più che giustificato, pertanto, il dialogo con il “Gruppo di Opinione 2040”, che, fin dalla sua nascita, sta portando avanti un discorso di programmi e di proposte da sviluppare nel prossimo quinquennio. Non è da escludere, perciò, l’ipotesi della nascita di una lista di riferimento.

Insomma, al momento i giochi sono aperti a tutto campo. La situazione politica locale, quindi, è in continua evoluzione. Sicuramente nei prossimi giorni non mancheranno ulteriori sviluppi e sorprese, sia in fatto di liste, sia in relazione ai candidati sindaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.