Nessun collegamento tra Sardegna e Corsica: questa catastrofica gestione del sistema trasporti farà sprofondare l’economia dell’isola

Nessun collegamento tra Sardegna e Corsica: questa catastrofica gestione del sistema trasporti farà sprofondare l’economia dell’isola.

il consigliere regionale del m5s roberto li gioi denuncia: “pronta un’interrogazione urgente, l’assessore todde si attivi immediatamente per ripristinare i collegamenti tra le due isole”

“La Sardegna è sempre più isolata. La sospensione dei collegamenti con la Corsica per la mancanza di traghetti disponibili è l’ennesima manifestazione di una catastrofica gestione del sistema dei trasporti a livello regionale. Dopo l’incidente in cui è rimasta coinvolta la motonave Giraglia della Moby, apprendiamo che questa non è stata sostituita per mancanza di traghetti disponibili”.

“Gli scambi di merci, il traffico passeggeri, tutto è bloccato. Sono già evidenti le gravissime conseguenze di questa sospensione dei traffici, e a pagare saranno ancora una volta i cittadini, in primo luogo gli imprenditori, per i quali il collegamento Santa Teresa – Bonifacio, rappresenta una tratta fondamentale per poter proseguire la loro attività lavorativa”.

“Stiamo parlando di una tratta – sottolinea il consigliere del m5s Li Gioi – finanziata in continuità territoriale dalla Regione Sardegna e coperta da Moby, come abbiamo potuto scoprire oggi, con soltanto un traghetto a fronte degli ingenti fondi che la stessa riceve puntualmente dalle casse regionali”.

Questo l’amaro intervento del consigliere pentastellato Roberto Li Gioi, vice presidente della Commissione Trasporti, che appresa la notizia, lunedì presenterà un’interrogazione in Consiglio regionale per chiedere all’assessore ai Trasporti Todde la risoluzione immediata di questo ulteriore blocco nei collegamenti.

“Chiedo all’assessore Todde se sia a conoscenza di quanto accaduto e denunciato dagli imprenditori del Nord Sardegna in queste ore. Questa paralisi nei trasporti sta rischiando di far registrare perdite ingenti durante la prossima stagione turistica, ma i suoi effetti nefasti, anziché diminuire, continuano ad aumentare di ora in ora. La Regione, competente in materia, reagisca contro questo pericolosissimo immobilismo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.