Il Santa Teresa Calcio a Luras per una pronta riscossa

Nelle ultime due giornate di campionato, una metamorfosi inspiegabile ha “colpito” il Santa Teresa calcio che, dopo la brillante prestazione offerta contro il Pattada, ha subito due cocenti sconfitte: una esterna (Monte Alma) e una interna (Calangianese).
Se la battuta d’arresto contro il Monte Alma può essere considerata plausibile, quella interna rimediata con la Calangianese non ha attenuanti di sorta, soprattutto perché compagine di pari livello. Non a caso, fino allo scontro diretto, l’undici del presidente Avellino occupava una migliore posizione in classifica.

Allora c’è da chiedersi: come mai questa trasformazione in negativo? E’ imputabile ad un calo di tensione? Ad un calo di forma dell’intera rosa? E’ difficile trovare una spiegazione plausibile dopo diverse prestazioni di ottimo livello anche al cospetto di avversari di levatura superiore.

E’ pur vero che la rosa è costituita da molti giovanissimi e, conseguentemente, la mancanza di esperienza gioca brutti scherzi, tuttavia c’è l’esigenza di risalire quanto prima la china e ritrovare l’amalgama, la grinta e la determinazione dei tempi migliori.

La partita odierna a Luras, dunque, dovrebbe rappresentare un vero e proprio punto di svolta nel prosieguo del campionato. La tifoseria ci spera e si augura che dalla trasferta odierna a Luras giungano seri segnali di riscossa.