Alghero. Tavolo permanente per il turismo

Il risultato del Consiglio Comunale ha modificato in più parti e in modo sostanziale la proposta della Giunta e dell’Assessore Di Gangi, offrendo alla città un nuovo strumento che potrebbe essere d’ausilio per la destinazione Alghero e per le politiche turistiche  

Inizialmente si era scettici sull’utilità di un ulteriore tavolo sul turismo e in parte lo si è ancora, ma in aula si è sentito il dovere di contribuire a migliorare in modo sensibile il regolamento che governerà il tavolo permanente per il turismo. Abbiamo voluto che si ampliasse la partecipazione all’organismo consultivo per garantire il coinvolgimento di più parti della società inserendo i rappresentanti del turismo religioso, dei beni culturali e delle sovrintendenze, dello sport, delle borgate e dei quartieri, delle organizzazioni agricole.
Si avrebbe preferito dare più forza ai privati nell’assemblea della Fondazione Alghero che di fatto governa anche il turismo della città, ma riteniamo di sottolineare
Ora l’augurio è che la Consulta si metta al lavoro in tempi brevi, in modo da superare l’immobilismo in termini di programmazione turistica che, passati oramai sei mesi dall’insediamento della giunta, sta iniziando ad essere seriamente preoccupante.
Ci si augura, inoltre, che la fondazione Alghero si metta a completa disposizione del nuovo organismo consultivo e dia ad esso tutto il contributo necessario sia in termini di supporto tecnico ma soprattutto in termini di apporto economico.