Potabilizzatore di Truncu Reale: rischio inefficienze

La capogruppo del M5S Desirè Manca ha presentato una richiesta di sopralluogo per verificare lo stato dell’arte dell’impianto
“Da anni ormai si susseguono le notizie, quasi mai rassicuranti, sul potabilizzatore Abbanoa di Truncu Reale, l’impianto più importante del Nord Ovest della Sardegna. Abbiamo sentito parlare di acqua potenzialmente corrosiva, tubature malmesse e tanto altro. Al punto che l’anno scorso, a seguito di un esposto in Procura, è stato persino aperto un fascicolo d’inchiesta, un’indagine che tra le altre cose avrebbe avuto lo scopo di verificare l’eventuale inquinamento dell’acqua”.
“Ancora oggi non mancano le segnalazioni e le denunce su possibili inefficienze e su un’attività di manutenzione carente. Criticità che, se confermate, potrebbero compromettere la qualità e la purezza dell’acqua che sgorga dai rubinetti delle nostre case. L’acqua, bene tra i più preziosi, che usiamo per lavarci, per pulire i nostri appartamenti, per innaffiare i nostri terreni, e che attraverso il potabilizzatore di Truncu Reale arriva nelle abitazioni di decine di paesi del Nord Sardegna, dev’essere garantita. Credo sia diritto di tutti i cittadini conoscerne le caratteristiche chimiche e fisiche”.
Così la capogruppo del M5S Desirè Manca ha presentato una richiesta di sopralluogo all’interno dell’impianto di potabilizzazione di Truncu Reale, frazione del Comune di Sassari. L’esponente dei Cinque Stelle, grazie alla disponibilità di Abbanoa, punta ad avere la possibilità di verificare di persona lo stato dell’arte del potabilizzatore.
“Ho ricevuto numerose segnalazioni a riguardo e sono diversi e molteplici gli interrogativi ai quali cercherò di dare risposta. Non possiamo avere dubbi sulla qualità della nostra acqua, la salute viene prima di tutto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.