Oli essenziali della Sardegna contro il batterio dell’acne: la ricerca targata Uniss

Oli essenziali della Sardegna contro batterio acne

Uno studio del Dipartimento di Chimica e Farmacia dell’Università di Sassari, pubblicato sulla rivista Scientia Pharmaceutica, ha messo in luce le potenzialità antiacne di alcuni oli essenziali della Sardegna. Tutti i dettagli nell’articolo.


Quando si sente parlare di oli essenziali nel trattamento dell’acne, un disturbo infiammatorio della pelle che colpisce l’85% degli adolescenti e l’11% degli adulti, il pensiero corre subito al Tea Tree Oil, la celebre essenza estratta dalla Melaleuca alternifolia (una cugina australiana del mirto).

Ma se vi dicessimo che anche qui, in Sardegna, abbiamo delle piante da cui si possono estrarre degli oli essenziali potenzialmente utili contro l’acne? Ebbene, è quanto emerso da uno studio in vitro, cioè una simulazione in provetta, firmato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Sassari.

Lo studio di Uniss sugli oli essenziali della Sardegna

Gli studiosi hanno testato gli oli essenziali di lavanda, erba bianca, pompia, mirto, elicriso, crespolina maggiore, ginepro rosso e timo arbustivo, contro il Cutibacterium (ex Propionibacterium) acnes: un batterio della pelle che, attraverso la produzione di sostanze irritanti, aggrava i segni dell’acne.

Ma cosa è emerso dalla ricerca?

Tra tutti gli oli essenziali testati, quello che ha mostrato una maggiore attività antibatterica è stato l’olio essenziale di timo arbustivo, che ha inibito la crescita del batterio a una concentrazione di 0,5 mg/mL e l’ha ucciso a una concentrazione doppia. Gli studiosi ipotizzano che il responsabile di questi effetti sia il carvacrolo, una sostanza con cui spesso abbiamo a che fare, dal momento che conferisce il caratteristico aroma all’origano.

Promettenti anche gli oli essenziali di crespolina maggiore e ginepro rosso, che hanno inibito il batterio alle concentrazioni di 1 mg/mL e l’hanno ucciso a concentrazioni doppie -maggiori di quella del timo ma migliorabili combinando questi oli essenziali al chitosano, un derivato dell’esoscheletro dei crostacei, dotato di proprietà antibatteriche e antiossidanti-.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo studio, dunque, ha identificato delle sostanze naturali che potrebbero, in un futuro neanche troppo lontano, essere incluse nei rimedi per uso topico contro l’acne batterica. Chissà che un giorno, gli oli essenziali della flora sarda, non possano diventare più famosi del Tea Tree Oil!

Jessica Zanza


Fonte:

Disclaimer: l’articolo ha uno scopo puramente illustrativo e non sostituisce il parere del medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.