Crusaders Cagliari: il terzo flop consecutivo

Gli interdivisionali non hanno portato assolutamente bene ai crociati che dopo l’impennata iniziale ai danni dei Gorillas rimediano tre nette sconfitte per un totale di 122 punti subiti.

Aldo Palmas (Foto Battista Battino)

Aldo Palmas (Foto Battista Battino)

La calma piatta registratasi dopo il primo quarto, mai avrebbe fatto pensare ad una disfatta di queste proporzioni. Però già alla vigilia, gli esperti avevano previsto la vittoria dei Mastini Verona, ritenuto club molto più attrezzato. Un piccolo alibi i sardi ce l’hanno: le assenze.

Chiudere sullo zero a zero la prima frazione: è questo l’unico “acuto” degli ospiti che poi non hanno più trovato lucidità ed energie sufficienti a frenare l’impeto straordinario dell’attacco scaligero, capace, in poco tempo, di mettere la parola fine sulla volubilità del risultato, grazie ad atleti dal fisico molto possente.

Anche gli avanti rosso argentei sono rimasti, per la prima volta in questa stagione, completamente a secco, complici diversi errori. Una situazione psicologica difficile da mutare ha fatto il resto, concedendo ai veneti vaste praterie di azione.

Il tecnico americano Jarvis McGarrah ritorna sulla corpulenza dei cagnacci veronesi: “Sono rimasto stupefatto dalla grande operatività delle loro linee offensive e difensive che alla lunga ci hanno sfiancato – dice – e quanto all’improvviso crollo nel secondo quarto, è dovuto alla sterile profondità del nostro team, causata da alcune assenze importanti nelle linee; aggiungo che mancava pure la safety titolare e un ricevitore d’esperienza”.

Il campionato non è compromesso, ma domenica prossima c’è un’altra trasferta delicata: “Combatteremo fino alla fine contro gli Skorpions Varese – annuncia McGarrah – e spero che non siano avversari duri come Blue Storms, Vipers e Mastini”.

Il suo appello finale non cambia di una virgola rispetto ai precedenti: “Sto cercando qualcuno interessato a giocare a football americano con la nostra franchigia”.

Da Cagliari il presidente Emanuele Garzia non ha preso tanto bene il nuovo sbandamento: “Anche questo, come i due precedenti, sono frutto, tra l’altro, della scarsa presenza agli allenamenti – apostrofa – che sta a significare assoluta noncuranza per i propri compagni, quelli che non mancano mai. Temo che dovremo prendere drastici provvedimenti al riguardo; in settimana faremo sicuramente il punto della situazione per capire come affrontare il proseguo del campionato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.