Cagliari. Nuova produzione Sardegna Teatro con Elio Turno Arthemalle da un testo di Michela Murgia

Debutta martedi 8 dicembre alle ore 17.00 la nuova produzione Sardegna Teatro da un altro testo di Michela  Murgia, SPADONERI A MARI.

SPADONERI A MARI è un corto teatrale scritto in cabrarese, dialetto della lingua sarda parlato a Cabras, paese natio della scrittrice. La storia è di un pescatore di frodo ambientata negli anno 80’ in Sardegna.

La messa in scena dello spettacolo è affidata a Elio Turno Arthemalle, attore apprezzato nell’isola, il video editing di Ejatv.

SPADONERI A MARI andrà in scena mezz’ora prima di CENTO (la nuova produzione dal primo testo della scrittrice), prezzi speciali per chi li vede entrambi.

Repliche al Teatro Massimo, in sala M3, dall’8 al 20 dicembre.

michela murgia

Michela Murgia

 

SPADONERI A MARI

da Michela Murgia

con Elio Turno Arthemalle

video editing Ejatv
produzione Sardegna Teatro
Teatro Massimo sala M3
dall’8 al 13 dicembre 2015
8/13/20 dicembre ore 17.00
9/10/11/15 dicembre ore 20.30

12/16/17/18/19 dicembre ore 18,30

tariffa XS

durata 30′

elio turno

Elio Turno

Su Spadoneri, il pescatore di frodo, è pronto per la sua battuta.

Da un balcone, il Signore guarda le sue terre, le sue acque, i suoi uomini. Sorride.

Su Spadoneri non è mai arrivato al centro dello stagno, dove stanno i pesci grandi. Eppure oggi prenderà il più grosso di tutti.
Essere il padrone non è sempre facile, si dice il Signore, che sente di meritare tutta quella bellezza.
Su spadoneri afferra l’arpione.
Il signore esce di casa. Esce di casa anche su Spadoneri.

Elio Turno Arthemalle inizia la sua carriera come attore nei primi anno 80. Ha partecipato a decine di produzioni teatrali con svariate compagnie isolane. Sotto la guida di Rino Sudano ha raggiunto una precisa identità teatrale con un proprio profilo marcato. Contemporaneamente esordisce alla radio presso la sede regionale sarda della RAI. Oggi è presidente di Teatro Impossibile e collabora con Radio X per Buongiorno Cagliari insieme a Vito Biolchini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.