Lettera: Ampliamo la conoscenza, non l’acquario

Gentili signori e signore,
ho ascoltato le parole del Sindaco di Dorgali (NU) Angelo Carta http://www.videolina.it/video/servizi/90180/un-acquario-a-cagliari-dorgali-dice-no-e-intanto-cala-gonone-raddoppia.html che dichiara la sua contrarietà alla realizzazione dell’acquario di Cagliari a vantaggio di un ampliamento di quello di Cala Gonone a Dorgali.
Il Sindaco mi trova d’accordo sulla prima parte del suo ragionamento ma certamente trovo assurdo che si ampli un acquario che mi pare già fin troppo ampio di per sé.  In ogni parte del mondo si fanno sentire le proteste per acquari e delfinari, autentiche scatole d’acqua, prigioni per alcune disgraziate specie marine private ingiustamente della libertà. Lo scopo protezionistico e didattico dell’acquario è mistificatorio. Una specie animale deve essere protetta nel suo habitat: ridurla in schiavitù considerando questo il solo modo per proteggerla è frutto di un pensiero antropocentrico.
Nel video ho visto bambini e bambine, probabilmente scolaresche in visita all’acquario per motivi didattici. Come si può pretendere di studiare una specie animale se la si esamina prigioniera? Un animale acquatico, libero di muoversi a piacimento, ha comportamenti diversi se lo si tiene racchiuso in spazi angusti e, facendo così, non lo si conoscerà mai davvero a fondo. Anche per gli esseri umani accade ciò: se fossero rinchiusi in un carcere, per quanto fossero ben nutriti e ben curati, sarebbero comunque persone diverse da come sarebbero in libertà.
Gli acquari sono una grande speculazione sulla vita degli animali e sarebbe bene che ci si adoperasse per una maggiore cura dei mari, del loro inquinamento, della loro pesca crudele e scriteriata: una vera guerra quotidiana e un insulto all’ecologia del pianeta.
Se si vogliono proteggere certe specie animali marine, si costruiscano santuari per cetacei in mare aperto o santuari per curare animali e rimetterli in libertà.
A proposito di acquari, si è espressa anche Annamaria Manzoni, psicologa e psicoterapeuta, ipnositerapista e grafo analista; iscritta all’Ordine degli Psicologi della Lombardia, collabora con il Tribunale dei Minori di Milano e con il Tribunale di Monza; autrice di libri e di articoli su riviste di psicologia.
http://annamariamanzoni.blogspot.it/2015/10/pesci-liberi-acquari-vuoti.html
http://www.veganzetta.org/pesci-liberi-acquari-vuoti/#comments
L’articolo è esaustivo e invito il Sindaco di Dorgali a spendere qualche minuto per leggerlo dopodiché decidere se non sia meglio investire quella gran quantità di denaro (1.200.000 euro) in progetti utili e dignitosi anziché in prigioni animali.

Cordiali saluti.

Paola Re

“La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali” (M. Gandhi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.