OLLOLAI. Approvato il baratto amministrativo. Incentivi anche per chi coltiva l’orto

Un patto con la comunità. E’ questo il titolo del regolamento approvato lunedì mattina dal consiglio comunale di Ollolai. Giornata insolita, post cortes apertas, dovuta alla scadenza del termine ultimo per assestare il bilancio 2015. Il patto-regolamento è lo strumento per applicare nel centro barbaricino il cosiddetto “baratto amministrativo” previsto dalla legislazione statale. Di cosa si tratta è presto detto. Cittadini virtuosi che in cambio di lavori utili alla propria comunità ottengono degli sconti relativi ai tributi locali. Le principali prestazioni sono la manutenzione del verde pubblico, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli stabili comunali piuttosto che la cura dei parchi giochi per bambini. Il regolamento approvato contiene però delle peculiarità locali.

La più curiosa è quella che prevede il vantaggio fiscale anche per coloro che coltivano l’orto. “E’ una banale azione di governo del territorio – sottolinea Maria Bussu, delegata al Gruppo di Azione Locale in campo agricolo – che vuole incentivare la pratica ortolana nel nostro paese. Attraverso la coltivazione dell’orto otteniamo che il territorio sia controllato e, soprattutto, che si sviluppi dal basso la pratica dell’ortofrutta di montagna”. Ogni cittadino virtuoso può conseguire sino a cento euro di “sconto tributario” e la somma complessiva dell’intervento sarà decisa con l’approvazione del bilancio di previsione. “Lo faremo insieme ai cittadini – precisa Gianni Mureddu, consigliere delegato al bilancio – attraverso il coinvolgimento degli operatori economici e tutti i nostri compaesani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.