Cagliari.  Festival Echi lontani, domenica I Madrigali di Claudio Monteverdi

Domenica 20 maggio a Cagliari il festival Echi lontani prosegue con “I madrigali” di Claudio Monteverdi (1567-1643), appuntamento inserito nel progetto pluriennale di esecuzione integrale dei madrigali del grande compositore di Cremona.

MadrigaliAlle 21 nella chiesa di Santa Maria del Monte si esibirà l’Ensemble Vocale Ricercare e la Piccola Orchestra di Musici & Cantori per un concerto la cui direzione è affidata a Riccardo Leone.

Musicista assai innovatore, Monteverdi, come scrive la musicologa Myriam Quaquero nel testo di presentazione della serata, «nonostante le critiche che il suo stile molto moderno sollevava, opponeva alla musica franco-fiamminga (basata su una polifonia vocale molto artificiosa), una seconda pratica musicale, nella quale il canto doveva plasmarsi plasticamente sullo svolgimento dei versi. Secondo questa concezione, le parole erano in grado di risvegliare le più profonde emozioni (gli affetti) nell’animo umano e la musica, con i suoi processi armonici e le sue figure ritmiche e melodiche, era perciò capace di accentuare e tradurre gli affetti del testo poetico. Dai primi anni del XVII secolo, Monteverdi sviluppa le sue idee soprattutto nell’ambito della musica vocale profana e, in particolare, nella forma del Madrigale (a partire dal Quinto libro dei Madrigali, 1605), che costituisce la forma essenziale della sua produzione».

Durante la serata saranno eseguiti anche alcuni Madrigali di Giulio Caccini di cui quest’anno ricorre il 400esimo anniversario della morte: sarà così l’occasione non solo di omaggiare il compositore ma anche di mettere a confronto la sua opera con quella di Monterverdi.

Biglietti: Intero 5 euro, ridotto 3 euro.

Informazioni: 320.8505922 – www.echilontani.org – www.facebook.com/echilontani – echi.lontani@alice.it – twitter.com/echi_lontani.

Il concerto sarà trasmesso sulla pagina Facebook di Echi lontani.

Organizzato dall’associazione Echi lontani, in partenariato con il Conservatorio “G. P. da Palestrina”, la Fondazione di ricerca “Giuseppe Siotto” e l’associazione culturale “Le Officine”, il festival nasce per far riscoprire il prezioso patrimonio della musica antica proponendo concerti in alcuni dei luoghi più suggestivi di Cagliari. La direzione artistica è di Dario Luisi, violinista genovese grande esperto di musica antica.

Echi lontani è tra i membri del network Rema, l’unico rappresentante per la musica antica in Europa nato con lo scopo di favorire lo scambio di conoscenze, informazioni e collaborazioni nel campo della musica antica.

Echi lontani è realizzato con il contributo di: Regione autonoma della Sardegna- Assessorato Spettacolo, Comune di Cagliari- Assessorato Spettacolo, Fondazione di Sardegna.

L’Ensemble Vocale Ricercare, costituitosi nel corso del 2003 all’interno della classe di Musica d’insieme di Riccardo Leone presso il Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari, è formato da giovani cantanti che hanno al loro attivo numerose esperienze concertistiche.

 

Ha partecipato nel 2003 a “Cagliari ritrovata” (eseguendo la Kaffeekantate BWV 211 di J.S. Bach); nel 2004 alle rassegne “Echi lontani” e “Concordia Vocis” (con il Salve Regina di Charpentier e Il Combattimento di Tancredi e Clorinda di Claudio Monteverdi); nel 2005 ai progetti In honorem Beatae Virginis e She never told her love del Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari; nel 2006 alla “Festa europea della musica” e alla rassegna “Echi lontani” con un programma su Claudio Monteverdi e Dietrich Buxtehude, in occasione dei 300 anni della scomparsa; inoltre, tra le attività del Dipartimento di Strumenti Antichi del Conservatorio, ha eseguito, a Cagliari, la Cantata BWV 4 Christ Lag in Todes Banden di Johann Sebastian Bach presso la chiesa del SS. Sepolcro e durante il culto della Domenica dopo Pasqua, presso la Chiesa Evangelica. In questa occasione, e a partire da allora, si è avvalso della collaborazione del gruppo di strumenti antichi del Conservatorio di Cagliari. Nel dicembre 2007 ha partecipato al “Festival Spaziomusica” di Cagliari eseguendo, tra l’altro, in prima assoluta brani di Gilberto Bosco (Pagine, su brani tratti da La vedova scalza di Salvatore Niffoi), Lucio Garau (Can(z)oni su testi di Benvenuto Lobina), Osvaldo Coluccino e Stefano Taglietti.

 

Ancora nel 2007 e 2008 Stabat Mater di D. Scarlatti e nel 2009 Jefte di G. Carissimi.

 

Nel 2010 ha partecipato a: “Dark Project” (brani col live electronics), eseguendo brani di F. Oppo (Ninna nanna campidanese), G. Scelsi (Sauh IV) e M. Pusceddu (Die segunda); è stato invitato al “Respiro dell’Arte”-Osilo; “Festival Spaziomusica”-Cagliari (Lux aeterna di Ligeti e Tetrafonie di Oppo); “Voci nella Città”-Sassari; “Animanera”-Nuoro e Sedilo; nel 2011 a “Momenti di Giubilo”-Iglesias; inoltre, nello stesso anno, ha registrato Tetrafonie di F. Oppo, Jauchzet dem Herrn alle Welt di F. Mendelssohn Bartholdy e Stele di Sicilo di F. La Licata.

Negli ultimi anni ha presentato un programma (Sacri Concentus) di brani sacri di C. Monteverdi a Sassari, Serrenti, Selargius, Cagliari (Sala Settecentesca della Biblioteca universitaria) per “Inaudita” e per la rassegna nazionale “Ars Canendi” sull’Età aurea del Madrigale tra XVI e XVII secolo.

 

Dal 2015, per il Festival Echi lontani, l’Ensemble Vocale Ricercare ha cominciato un Progetto pluriennale per l’esecuzione integrale dei Madrigali di Claudio Monteverdi.

 

Nel 2004 l’Ensemble ha inciso il CD e DVD de Il Combattimento di Tancredi e Clorinda di Claudio Monteverdi, prodotto dal Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari.

 

E’ diretto da Riccardo Leone.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.