Ad Aglientu nasce la seconda lista. Domenico Casula si ritrova un antagonista a Rena Majore

Nel caso in cui Antonio Tirotto fosse convinto di far man bassa di voti a Rena Majore con la candidatura di Domenico Casula, ha fatto male i conti.

Infatti, contrariamente alle aspettative sue e dei propri sostenitori, ad Aglientu sta nascendo una seconda lista in vista delle elezioni amministrative del 10 giugno prossimo.

Aglientu, Antonio, TirottoLa notizia, da qualche giorno a questa parte, circola con insistenza negli ambienti politici aglientesi. L’iniziativa, ovviamente, scompaginerà un po’ i calcoli di coloro che già si sentivano virtuali vincitori della prossima contesa elettorale. Infatti, in paese di dava per scontato che a concorrere per il rinnovo del Consiglio comunale, sarebbe stata solo la lista capeggiata dall’attuale sindaco.

Così, di punto in bianco, quando ormai Tirotto e compagni si sentivano, di fatto, prossimi ad affrontare la campagna elettorale in perfetta solitudine per mancanza di “avversari”, ecco affacciarsi all’orizzonte una seconda lista. Secondo i bene informati, non sarà una lista votata al sacrificio, ma decisa a fare la propria parte fino in fondo. Anzi, qualcuno sostiene che essa ha le carte in piena regola per amministrare il comune nel prossimo quinquennio.

Si sa, ad esempio, che tra i componenti della lista non mancano i rappresentanti delle località che, in termini di voti, hanno maggior peso elettorale; ci riferiamo a Vignola, Porto Bello, Costa Paradiso e Rena Majore. Si tratta di località il cui voto può avere un peso determinante nel decretare il successo dell’una o dell’altra lista.

Alle ultime elezioni, l’elettorato di Rena Majore ha sancito la vittoria della lista capeggiata dall’attuale sindaco, che, ovviamente, con la rinuncia alla candidatura dell’assessore uscente Michela Moi, ha dovuto fare il diavolo a quattro per trovare un altro candidato di “peso”.

Dopo tanto pellegrinare da una casa all’altra, il colpo da “90” gli è riuscito, trovando la disponibilità di Domenico Casula. Anche la lista antagonista, comunque, ha trovato un candidato di tutto rispetto e che, sicuramente, a Rena Majore spera di fare tabula rasa di voti. Tra lui e Domenico Casula, quindi, sarà un bel duello per la conquista di un posto nel futuro consiglio Comunale di Aglientu.

Nel corso degli anni le traversie del villaggio di Rena Majore sono state infinite. E si tratta di traversie da imputare in parte all’inerzia dei lottizzanti, ma in modo particolare da ascrivere a responsabilità oggettive delle amministrazioni comunali di Aglientu, le quali, appunto, hanno gestito il villaggio in maniera alquanto approssimativa e, per certi versi, ignorando le leggi urbanistiche nazionali e regionali.

Con la futura tornata elettorale, perciò, si spera che le cose mutino in meglio e che, finalmente, si definisca l’assestamento del villaggio con l’ultimazione delle infrastrutture primarie e secondarie la cui realizzazione e ultimazione, a dire il vero, sarebbe dovuta avvenire di pari passo con l’espansione edilizia. Se l’elettorato dovesse favorire il successo della lista Tirotto, a Rena Majore le cose dovrebbero migliorare come non mai.

Ripetiamo, dovrebbero…, sempre che Domenica Casula manterrà ferme le proprie convinzioni espresse nel corso dei cinque anni dell’amministrazione Tirotto, con giudizi non sempre lusinghieri. Vero è, tuttavia, che Domenico, con il suo piglio indipendentista, saprà onorare il proprio mandato amministrativo, per il bene di Rena Majore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.