Giovedì 28 dicembre “Il Cammino 100 Torri” arriva a Santa Teresa Gallura

Giovedì 28 dicembre alle 11:00 al centro didattico polivalente del Sito Archeologico Lu Brandali di Santa Teresa Gallura, Nicola Melis ci racconterà questa esperienza di vita che coniuga la passione per la Sardegna a un progetto turistico mai portato avanti.

Si parla sempre di più di turismo attivo e questa sarà una bella occasione per ascoltare e scambiarsi idee che possono migliorare le attività e i servizi offerti dall’isola.
Nicola MelisMa cosa è il cammino100torri? 
È un cammino alla scoperta di un’Isola, delle sue ricchezze culturali, paesaggistiche e dei suoi abitanti. Un sogno che prende finalmente forma e vita: percorrere il cammino100torri, un itinerario che segue tutto il periplo della Sardegna, senza mai allontanarsi dalla costa.  Nicola Melis, Roberto Contu e Stefano Paderi, amici da sempre,  hanno iniziato a progettare il cammino nei minimi particolari: ricerche storiche, individuazione dei luoghi di pernottamento, censimento delle fontane e tracciamento gps.
Tutti dati fondamentali per chi vorrà percorrere il cammino100torri.  L’idea nacque quando Nicola un giorno al mare con Stefano, percorsero la distanza tra la Torre Salinas e la Torre dei Dieci Cavalli, pochi chilometri nel territorio di Muravera.
Questa banalissima esperienza ci suggerì il nome di un progetto ben più grande e articolato, in grado di unire in un unico percorso tutte le torri della Sardegna, in un viaggio spettacolare ed emozionante.  Il giorno nacque il #cammino100torri, un cammio di camminatori per camminatori.
Alla lunga pianificazione ha fatto seguito un grande impegno sul campo, con numerosi fine settimana trascorsi a perlustrare, scoprire e mappare molti tratti del cammino, con l’obiettivo di non allontanarsi mai più di 2 km dal mare. Il cammino si compone di otto vie, da 2, 6, 8 o15 giorni, da percorrere in solitaria o in gruppo, in funzione del proprio tempo libero. I l #cammino100torri può essere percorso anche per intero, con un viaggio che dura da un minimo di quarantacinque giorni fino a 70 tappe.
È un tragitto circolare che si snoda tra spiagge, foreste e stagni. Si può compiere in senso orario o antiorario, senza grosse differenze: a cambiare saranno soltanto i venti dominanti e la posizione del sole. Quali le difficoltà da affrontare? Oltre ai quasi 1300 chilometri da compiere a piedi, tra il caldo ed il freddo e la totale assenza, in alcuni tratti, di fontane da cui trarre ristoro.
Una sfida impegnativa non solo a livello fisico, ma soprattutto mentale. Lungo il cammino si incontrano le torri costiere, che costituiscono il punto di riferimento del nostro progetto. Costruzioni che fin dal Medioevo hanno costituito il sistema difensivo, di avvistamento e di comunicazione della fascia costiera dell’isola. Le torri dominano i paesaggi più belli della costa Sarda, ora divenute fari pedestri per pellegrini e viaggiatori, di piccola o grande dimensione.
Queste costruzioni fanno assaporare un’epoca oramai remota, in cui i pericoli provenienti dal mare, scandivano le giornate nei villaggi che sorgevano lungo la costa. Oltre a rappresentare anche  dei punti di riferimento di carattere amministrativo e sanitario. Le torri ci accompagneranno in un viaggio unico in cui si assaporerà la storia, la cultura, oltre alle chiese e alle strutture difensive risalenti alla seconda guerra mondiale.
Ora spetta a noi iniziare il lungo viaggio. già affrontato da Nicola Melis nel 2016 dove furono testate le difficoltà e la bontà del percorso. Il 24 febbraio 2018 l’associazione #cammino100torri ha creato il primo evento del suo genere in Sardegna: #AROUNDSARDINIA2018, 60 giorni per percorrere l’intero periplo della Sardegna. Con più di 400 iscritti. Un evento aperto a tutti.
Durante il cammino chiunque potrà entrare ed uscire, partecipando anche ad un solo giorno.
Un evento dai sapori antichi ma allo stesso tempo moderno grazie ai social, ma soprattutto anche all’idea di girare un docufilm, raccontando il cammino, la Sardegna, le persone che ci abitano ma soprattutto chi ci camminerà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.