Porto Torres: aperte fino al 24 novembre le domande per il cantiere di forestazione

Potranno essere presentate fino al 24 novembre le domande per il cantiere di forestazione. Sarà possibile portare la documentazione direttamente nella sede di Porto Torres del Centro per l’impiego. Le istanze, debitamente compilate e corredate della documentazione prevista, dovranno essere depositate entro il 24 novembre.

«Grazie alla recente riapertura, dopo anni, del Centro per l’impiego, sarà possibile presentare la modulistica direttamente a Porto Torres, nello stabile di via Balai, evitando così agli utenti il disagio di doversi recare a Sassari. Il personale dell’Aspal è già al lavoro per fornire informazioni su requisiti e documenti da allegare alla domanda», sottolinea l’Assessora all’Ambiente, Cristina Biancu.

Le figure richieste per questo primo cantiere sono: 2 geometri/periti agrari; 1 autista in possesso di patente C e CQC; 9 giardinieri qualificati; 17 operai generici. L’ufficio resterà aperto dal lunedì al venerdì la mattina dalle 9 alle 12, e il martedì e giovedì anche nel pomeriggio, dalle 15.30 alle 17.

«Dopo la conclusione di questo avviso generale di selezione, il Comune aprirà i termini per le quote di riserva, con cui si destina il 20% dei posti alle persone in particolare stato di disagio. Per il prossimo cantiere sono stati individuati come destinatari delle quote di riserva i soggetti over 50 fuoriusciti dal mondo del lavoro che ricadono in oggettive difficoltà di reinserimento e i genitori separati con minori a carico, privi di sostegno economico. Gli utenti – ricorda l’Assessora alle Politiche sociali, Rosella Nuvoli – dovranno obbligatoriamente aver presentato preliminarmente domanda per l’avviso del Centro per l’impiego pubblicato oggi, altrimenti la loro richiesta per le quote di riserva non potrà essere presa in considerazione».

Il cantiere di forestazione, che si basa su fondi riservati ai centri interessati da fenomeni di deindustrializzazione, prevede interventi nell’area produttiva di Porto Torres in prossimità della discarica di Barrabò e in altre zone concordate con il Consorzio industriale provinciale. «Alcuni interventi di sistemazione saranno effettuati anche nei quartieri periferici, con particolare attenzione alla via Asfodelo nel rione di Serra Li Pozzi – aggiunge l’Assessora Biancu – dove è in programma la sistemazione di aree per favorire l’aggregazione e la fruizione degli spazi aperti da parte di bambini e adulti». Diversi interventi di mantenimento del verde e sistemazione saranno realizzati, inoltre, nell’area archeologica di Turris Libisonis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.