Sassari. Al Promo Autunno circa 75mila ingressi

Promo Autunno ha chiamato, il territorio ha risposto. Se l’obiettivo iniziale era quello di superare il numero di visitatori dello scorso anno, l’edizione 2017 sembra essere andata ampiamente oltre le aspettative.

«Il conta-persone ha registrato il passaggio di circa 75mila ingressi – ha affermato con viva soddisfazione il patron della fiera, Claudio Rotunno, ideatore dell’iniziativa e organizzatore dell’evento con la sua Pubblicover, azienda leader in Sardegna nel settore allestimenti –. Un sogno che si realizza e un segno evidente dell’interesse per la riscoperta della qualità nelle produzioni e nei servizi. Vedere tutta questa gente ci ha ripagato ampiamente dell’intenso lavoro svolto in questi mesi».

Un grande risultato che va a coronare la spinta positiva data dal numero di aziende aderenti alla fiera: oltre centocinquanta provenienti da tutta l’isola, che hanno occupato le trecento postazioni disponibili.

Per chi si è trovato a transitare nel weekend a Predda Niedda, nella zona limitrofa alla Strada 1, sabato e domenica in particolare è stato evidente il notevole afflusso di auto, talvolta con lunghe file, una presenza costante di vigili urbani per regolare il traffico e un viavai di navette dell’Atp.

Nondimeno, una fiumana di gente a piedi, famiglie e comitive, a fare avanti e indietro dai locali di Promo Autunno dopo aver parcheggiato anche a un certa distanza, dato il numero elevato di auto presenti nei posteggi più vicini.

All’interno della fiera, i flussi di visitatori si sono registrati a ondate soprattutto nel pomeriggio, anche grazie a un efficiente servizio di navette messe a disposizione dall’Azienda trasporti pubblici, e ai pullman organizzati dal territorio di Cagliari, Oristano e Olbia. Tra gli stand inseriti nei settori Silver, Gold e Platinum, è stata palpabile la soddisfazione delle aziende partecipanti, che hanno aperto contratti e instaurato rapporti con la clientela.

Grande attrattiva per il pubblico si è rivelato il Padiglione Wedding: fin dalla serata di venerdì, una folla di spettatori incuriositi ha assistito alle sfilate di splendide modelle in passerella, ammirando le proposte di moda delle più importanti realtà di settore del nord Sardegna e di alcuni tra i più promettenti stilisti a livello regionale.

Il Padiglione Food ha proposto eccellenze gastronomiche e agroalimentari del territorio, acque minerali, mieli di qualità, dolci tipici e altri prodotti della tradizione, con uno sguardo all’innovazione e alla ricerca di nuovi mercati, come ad esempio la proposta del prosciutto di pecora.

Dato l’elevato numero di richieste di adesione da parte delle aziende, numerosi stand sono stati allestiti nell’area esterna, dove tutti i giorni sono stati organizzati spettacoli musicali. Ma la fiera è stata anche occasione di incontri, dibattiti, focus tematici per parlare di economia e confrontarsi sulle criticità del territorio.

«In questa edizione purtroppo sono rimaste fuori più di trenta aziende per problemi di spazio – ha spiegato Claudio Rotunno – per il prossimo anno contiamo di raddoppiare l’area espositiva per far sì che tutti gli interessati possano partecipare a questo grande evento».

Partner dell’iniziativa sono stati la Regione Sardegna, il Comune di Sassari, la Camera di Commercio del Nord Sardegna, Promocamera, Confindustria Centro Nord Sardegna, la Dinamo Banco di Sardegna, il Consorzio industriale provinciale di Sassari, il gruppo Unione Sarda e l’Atp di Sassari.

«Iniziative come Promo Autunno stanno portando la struttura di Promocamera a essere un elemento cardine per questo tipo di offerta – ha detto Gavino Sini, presidente dell’ente camerale –. In sinergia con tutti gli enti del territorio, stiamo pensando a un percorso per coinvolgere altre filiere produttive».

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.