Porto Torres. Riapre il Centro Servizi per il lavoro tra via Sassari e via Balai

Si sta per concludere l’iter per la riapertura del Centro Servizi per il lavoro a Porto Torres. È stato, infatti, sottoscritto il comodato d’uso della struttura che si trova in prossimità dell’intersezione tra via Sassari e via Balai: con questo provvedimento il Comune di Porto Torres autorizza l’Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro (Aspal) ad utilizzare i locali. La sede sarà riaperta al pubblico dopo più di dieci anni, mercoledì 18 ottobre.

«Abbiamo superato tutti i problemi di diversa natura che possono sorgere soprattutto quando un edificio rimane inutilizzato per un periodo molto lungo, come è appunto accaduto per lo stabile di via Sassari. C’è stata una concertazione con l’Aspal – sottolinea l’Assessore ai Lavori Pubblici, Alessandro Derudas – e abbiamo condiviso la ricerca delle soluzioni necessarie per rendere la sede adatta ad ospitare il personale e gli utenti. Le opere di ristrutturazione degli interni e gli interventi richiesti dall’Aspal sono stati completati. Dal punto di vista tecnico la struttura è pronta per la riapertura». «Con la sottoscrizione del comodato d’uso gratuito – aggiunge l’Assessore al Patrimonio, Marcello Zirulia – siamo giunti al termine del percorso di valorizzazione dell’immobile, restituendolo ai cittadini nella sua funzione originaria, quella di luogo per i servizi al lavoro, un’esigenza molto sentita in un territorio che ha fortemente necessità di opportunità occupazionali. Non è stato un percorso semplice, ma siamo soddisfatti di aver raggiunto questo traguardo insieme all’Aspal. In occasione dell’apertura degli uffici verrà ufficializzata l’intitolazione della struttura a una persona conosciuta nel mondo del lavoro, il sindacalista Francesco Coghene, scomparso qualche anno fa, ma mai dimenticato da tanti nostri concittadini». Lo sportello erogherà diversi servizi innovativi, in particolare il collocamento mirato dei diversamente abili, l’orientamento specialistico, l’incontro domanda/offerta di lavoro, l’auto-imprenditorialità, la prima accoglienza e il supporto informativo, oltre a quelli istituzionali come la gestione dell’anagrafe delle prestazioni dei dipendenti e degli incarichi esterni, la gestione delle missioni del personale dipendente, la gestione delle liste speciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.