Comitato Italiano Paralimpico. Il 5 ottobre la festa dello sport in varie città italiane

Quando lo stereotipo viene polverizzato dai fatti. Anno dopo anno il Comitato Italiano Paralimpico rinfresca con maggiore consapevolezza i suoi principi cardine che vedono lo sport come mezzo ideale per favorire dialogo, stima, unitarietà di intenti.

Soprattutto ora che indossa la nuova veste di Ente Pubblico. Grazie alle Giornate Nazionali dello Sport Paralimpico, suoi eventi promozionali di punta, le differenze tra i partecipanti sono tangibili, semplicemente perché nessuno è uguale e le diversità arricchiscono il bagaglio conoscitivo. E tutti, indistintamente, hanno diritto alla pratica sportiva per sviluppare la propria abilità.

La festa dello sport che unisce si palesa il 5 ottobre 2017 in varie città italiane: Ostia (Roma), Palermo, Bologna, Foggia e Sassari.
La statua della Venere di Milo, bellezza allo stato puro ed esempio di corpo armonioso nonostante la mutilazione degli arti, è assurta ad icona della manifestazione. Come non paragonarla all’atleta paralimpico che nelle sue acrobazie sportive, esprime talentuosità agonistica straordinaria capace di attrarre un numero sempre più crescente di appassionati?

ATTESTATO DI FIDUCIA AL LAVORO SVOLTO DAL CIP SARDO

Dopo il Lazzaretto di Cagliari, la Sardegna è stata nuovamente scelta per promozionare sul territorio le attività che le varie Federazioni affiliate al CIP regionale, presieduto da Paolo Poddighe, hanno portato avanti dando importanti riscontri di efficienza sia come organizzazione, sia come risultati agonistici.
Partner dell’iniziativa sarà la Fondazione Italiana Paralimpica, con il sostegno dei partner Inail, GruppoMedioBanca, Toyota, Fondazione Terzo Pilastro, Eni. Limitatamente alla Giornata in terra sarda, importanti aiuti sono giunti dal Comune di Sassari, la Regione Sardegna e il Miur.

L’INTEGRAZIONE SARÀ MASSIMA ANCHE NEL CAPOLUOGO TURRITANO

Oltre duemila allievi, giunti da diverse zone dell’isola in rappresentanza di 35 plessi scolastici, daranno un tocco particolare alla già pittoresca Piazza d’Italia, per l’occasione mutata in villaggio sportivo all’aperto per interpretare l’autentica mission del Comitato Italiano Paralimpico.
I partecipanti diventeranno parti primarie di una palestra multifunzionale dotata di un particolareggiato percorso sportivo. Tecnici esperti hanno visionato con efficiente maniacalità la mappatura del salotto all’aperto sassarese, creando 21 spazi contrassegnati da altrettanti totem, utili ad indicare ai visitatori che tipo di discipline potranno provare sotto i consigli di allenatori e atleti specializzati.
Gli studenti indosseranno la maglietta rappresentativa dell’evento che riporterà anche lo slogan “Non mettere un punto dove può esserci una virgola”.

ACHENZA, SIMONELLI, TAPIA: ATLETI PARALIMPICI CAPARBI IN PIAZZA D’ITALIA

Alle 11 il gazebo riservato alle autorità catalizzerà le attenzioni degli astanti, perché verrà presentata ufficialmente la giornata. Ospiti d’eccezione tre testimonial di spicco del paralimpismo italiano. A cominciare dall’oschirese Giovanni Achenza, bronzo a Rio 2016 nel Triathlon e reduce da un terzo posto agli Europei in Austria e un quinto posto ai Mondiali di Rotterdam. Un gradito ritorno sarà quello dell’arciere Alberto “Rolly” Simonelli, argento nel compaund a Rio e piazza d’onore alla Hyundai Archery World Cup Final di Roma il mese scorso. Firmerà vagonate di autografi il lanciatore italo cubano Oney Tapia, argento alle paralimpiadi brasiliane nel Disco. Bloccato da un infortunio, ha avuto modo di farsi conoscere al grande pubblico partecipando ad una nota trasmissione televisiva.

Il Comune di Sassari ha voluto patrocinare l’evento perché crede molto nelle potenzialità del trinomio sport – territorio – scuola. La presenza del sindaco Sassari Nicola Sanna e dell’Assessora allo Sport Alba Canu testimoniano quanto sia importante supportare manifestazioni di così grande portata.
“Siamo lieti di ospitare nella nostra città l’XI Giornata nazionale paralimpica. Sarà una giornata di festa, l’occasione per gli studenti con disabilità fisiche di confrontarsi con varie discipline sportive” ha dichiarato il primo cittadino sassarese.

Ha assicurato la sua presenza anche l’Arcivescovo di Sassari Monsignor Gianfranco Saba. Tra gli addetti ai lavori interverrà il vice presidente Nazionale del CIP Sandrino Porru, mentre in video conferenza parlerà il n.1 del Cip Nazionale Luca Pancalli che saluterà i presenti da Ostia. Un altro collegamento oltre oceano, e più precisamente dalla città argentina di Rosario, vedrà come protagonista il presidente del CIP Sardegna Paolo Poddighe.
Entrambi potranno essere seguiti in diretta attraverso il sito www.cipsardegna.org, nell’area dedicata alla web tv.

LE SIGLE PRESENTI

Pronte ad accogliere studenti vocianti e vogliosi di provare le attrezzature in dotazione. A Sassari saranno 21 le Federazioni che hanno accolto l’appello del CIP Sardegna: FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali), FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale), FIPIC (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina), FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi), FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico), FIS (Federazione Italiana Scherma), FITARCO (Federazione Italiana di Tiro con l’Arco), FITET (Federazione Italiana Tennistavolo), FITAV (Federazione Italiana Tiro al Volo), FIT (Federazione Italiana Tennis), FICr (Federazione Italiana Cronometristi), FIV (Federazione Italiana Vela), FCI (Federazione Ciclistica Italiana), FIC (Federazione Italiana Canotaggio), FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), FIB (Federazione Italiana Bocce), FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo), FIPE (Federazione Italiana Pesistica), FIBA (Federazione Italiana Badminton), UITS (Unione Italiana Tiro a Segno). Ci saranno anche tre discipline: FIDS (,Federazione Italiana Danza Sportiva), FISW (Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard), FIBS (Federazione Italiana Baseball Softball). Due gli Enti Promozionali: UISP, CSI.

E’ possibile seguire le attività del Cip Sardegna su Facebook e nella rinnovata pagina web www.cipsardegna.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.