Arzachena. L’Amministrazione Comunale incontra gli imprenditori agricoli

“Dialogo necessario per creare un marchio di prodotti certificati arzachenesi”.

 Agricoltura, artigianato e turismo. Settori strettamente connessi per il sindaco Roberto Ragnedda che ha aperto ieri pomeriggio l’incontro convocato dall’assessore Stefania Filigheddu, titolare delle tre deleghe.

Un incontro finalizzato ad aprire il dialogo con i rappresentanti delle associazioni Coldiretti, Confagricoltura, Consorzio di Bonifica, CIA e con i singoli imprenditori di Arzachena operanti nei settori zootecnico, vitivinicolo, ortofrutticolo e vivaistico. Alla riunione hanno aderito circa 40 persone. Un ottimo risultato per questo primo approccio con la categoria.

Il sindaco ha aperto l’incontro sottolineando l’importanza di avviare un dialogo costante. «L’istituzione di un unico assessorato che riunisce turismo, agricoltura e artigianato evidenzia quanto questa Amministrazione creda nella necessità di creare una stretta connessione tra i 3 settori – dichiara il primo cittadino – il turismo è la principale leva per lo sviluppo economico del nostro territorio, ma ha bisogno di attingere dal mondo agricolo e agro-alimentare, così come dall’artigianato, per alimentarsi e crescere in modo sano e strutturato».

L’obiettivo dell’assessore Filigheddu è di creare un marchio di prodotti arzachenesi. «E’ necessario valorizzare tutte le nostre risorse agricole e artigianali per arricchire l’offerta turistica caratterizzandola con prodotti a chilometro zero e certificati grazie a cui dar vita a un marchio di origine controllata del comune di Arzachena, indispensabile per un’efficace commercializzazione legata all’alta qualità».

La riunione è stata l’occasione per discutere sul bando della regione Sardegna che consente interventi sulle strade rurali del territorio comunale: è necessaria, però, la verifica dei requisiti di ammissione da parte dei singoli imprenditori. Questi ultimi hanno chiesto al Comune di migliorare il servizio mattatoio, renderlo fruibile alle imprese agricole di comuni limitrofi e ampliare attività e servizi offerti (attualmente possono essere trattati solo capi bovini).

Tra le proposte della platea anche la possibilità di partecipare ai mercatini, la creazione di un mercato agricolo dedicato ai produttori locali, la valorizzazione degli standard comunali agricoli mediante orti urbani.

«Come già fatto per il settore turistico, anche per il comparto agricolo istituiremo un team di lavoro formato dai rappresentati di categoria e da esponenti dei singoli settori per trattare questi temi nello specifico –  conclude Filigheddu – è un passo importante per l’organizzazione di un settore che fino ad oggi non ha mai avuto un assessorato e un ufficio di riferimento realmente strutturato.

Ad oggi è necessario individuare una figura all’interno dell’Ente che possa dedicarsi al comparto agricolo con continuità a sostegno e servizio dei tanti operatori di Arzachena».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.