A giorni la presentazione della lista di Angela Antona

Angela Antona

Angela Antona

Molto probabilmente il 31 maggio prossimo sarà una sfida a due per la conquista del Municipio. A contendersi la carica di primo cittadino saranno il sindaco uscente, Stefano Pisciottu, e l’archeologa Angela Antona. Ad oggi, tuttavia, non si hanno conferme se ci sarà anche una terza lista, quella annunciata suo tempo dalla giovane avvocatessa Ilaria Battino. Molto probabilmente l’entusiasmo iniziale si è assopito con il trascorrere dei giorni, determinato, quasi sicuramente, dalle difficoltà di mettere insieme 16 candidature.

La lista del sindaco uscente, “Lungoni Adesso”, è stata ufficializzata da qualche giorno. Quella di Angela Antona, invece, è in fase di definizione. I nomi, però, non mancano, sia per quanto concerne gli uomini, sia per quanto attiene la rappresentanza femminile. “Riunione dopo riunione si continua a lavorare sulla composizione della lista, con l’obiettivo di renderla non solo rappresentativa, ma il più possibile aderente alla società locale, con esponenti del mondo imprenditoriale, sociale, sportivo e del cosmo civile, comprese sei donne”. “Il programma, per contro, è in via di definizione, sostiene la squadra di Angela Antona”. “Necessita solamente di qualche “limatura” in relazione alle problematiche che affliggono il paese, affermano, che sono piuttosto rilevanti, contrariamente alle apparenze”.
“Tra i nostri obiettivi, afferma la candidata alla carica di sindaco, c’è la volontà di fare uscire il paese dal declino causato dalla crisi e contrastare l’emergenza sociale e occupazione che ha ormai raggiunto livelli allarmanti”. “Nel nostro programma, poi, non mancano, dichiara Antona, tutta una serie di punti programmatici attraverso i quali, se saremo chiamati ad amministrare il paese, mensilmente ci confronteremo con la popolazione e con essa affrontare un percorso comune dell’attività amministrativa”.
“Ed è un impegno, questo, che assumo ufficialmente e pubblicamente nei confronti della popolazione, affinché sia essa protagonista in primis del proprio destino”.
Che dire sulle premesse di Angela Antona? Che se lo spirito con il quale si appresta ad amministrare Santa Teresa, c’è da riconoscergli non solo tanto coraggio, ma soprattutto, che, pur essendo una neofita nel campo della politica, è una donna dalle idee ben chiare e, conseguentemente, il paese, da una sua eventuale legislatura amministrativa, ha tutto da guadagnare e nulla da perdere.

Un commento

  1. Caro
    Direttore,

    ho
    letto con attenzione il tuo articolo di oggi sulla lista della Signora Angela
    Antona. Questo è l’ennesimo articolo sul tema “presentazione lista” e, nulla si
    può dire finché non avremo il piacere di conoscere i nomi che la comporranno. Mi
    sembra però che sull’argomento si possa tranquillamente dire e, a buon ragione,
    che mai fu tanto appropriato citare “l’Araba fenice”, il mitico uccello che
    risorge dalle ceneri. Si, questa lista che non si decide ad ufficializzare,
    almeno da evidenti indiscrezioni, nasce proprio dalle ceneri di una
    amministrazione che si è consunta nel nulla, lasciando un nulla prodotto dal
    niente.

    Credo
    mi si debba dare atto che sono stato fra gli estimatori della Capolista in
    oggetto, non solo, se mal non ricordo, preconizzando orizzonti diversi e,
    sicuramente, più appaganti. Ritenevo e lo credo ancora che la Signora
    Antona sia una vera risorsa per la politica, ed ora, come allora, ne sono più
    che mai convinto. La mia perplessità era e rimane il contorno, anzi, devo dire,
    la colonna portante che, come sappiamo, senza nulla togliere ai nuovi che
    saranno chiamati a comporre squadra, hanno esperienze precedenti, nelle quali
    nessuna traccia hanno lasciato. Da costoro cosa si può sperare che già non si
    conosca?

    Con
    fini diversi, direi, opposti, userò le tue stesse parole caro Direttore, alla
    Signora Antona, unico caposaldo sinora conosciuto ed alla quale sottolineo tutta
    la mia stima, riconosco” non solo tanto coraggio, ma soprattutto, che, pur
    essendo una neofita della politica è una donna dalle idee ben chiare e,
    conseguentemente” saprà portare tutta la sua conoscenza, la sua maturità, la sua
    saggezza, nel compito che l’elettore sovrano vorrà assegnargli. Quale che sia il
    risultato finale, anche nella fondata ipotesi non fosse positivo, il suo apporto
    personale, benchè non possa contare sul mio piccolo e modesto sostegno, sarà
    certamente di alto profilo e utile all’interesse della comunità
    teresina.

    Con
    un saluto cordiale. giustus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.