Il Sindaco scrive ai cittadini

In occasione della prossima scadenza del mandato amministrativo e delle conseguenti elezioni comunali, sento di dover rivolgere un caloroso e sincero ringraziamento ai tanti concittadini che mi hanno supportato e che mi hanno incontrato per sottopormi svariati problemi, sia di carattere generale che personale, in taluni casi suggerendomi le soluzioni alle criticità evidenziate.

Il mio ringraziamento va anche a quanti tra consiglieri comunali, funzionari e dipendenti dell’amministrazione comunale hanno contribuito al conseguimento di importanti punti del programma, che ho avuto il privilegio di coordinare in questi ultimi cinque.

La mia, come Sindaco, è stata un’esperienza bellissima e ricca di umanità che, grazie a Voi, mi ha visto impegnato totalmente, ma anche coinvolto umanamente; credo di essermi sempre attivato, con passione e con il massimo e costante interesse, per trovare le soluzioni più opportune alle esigenze che mi venivano sottoposte.

Questa Amministrazione oltre ad aver agito con assoluta trasparenza degli atti, ha assicurato condizioni di grande equilibrio e di dialogo aperto e costruttivo con tutta la comunità e le organizzazioni di vario genere, nessuno escluso, evitando di creare situazioni di disparità. Questo ha contribuito alla creazione di un clima di serenità tra i cittadini, dopo anni di scomode e spesso inutili contrapposizioni.

Ritengo sia necessaria una valutazione oggettiva su ciò che di indubbiamente positivo è scaturito dall’azione amministrativa di questi ultimi cinque anni. Mi limiterò, di seguito, a fornire solo alcune indicazioni generali, senza cifre e dettagli, che mi riservo di elencare in occasione di prossimi incontri con la cittadinanza.

Sono stati migliorati i servizi comunali in generale, con l’aumento, per esempio, delle ore settimanali degli uffici a disposizione del pubblico, che ha consentito la riduzione dei tempi di attesa per l’evasione delle pratiche. Questo risultato è stato raggiunto anche attraverso specifiche assunzioni a tempo determinato, finalizzate al potenziamento del lavoro nei settori amministrativi più critici. E’ stato chiesto all’apparato burocratico del Comune di proporsi ai cittadini in modo collaborativo, con l’impegno di risolvere le problematiche di competenza con il massimo della celerità e della professionalità.

Inoltre, è stato instaurato un collegamento rapido e diretto tra cittadino e pubblica amministrazione sia attraverso il contatto personale e diretto sia con l’ausilio del “sito” istituzionale, con il servizio delle “newsletters” che, tramite SMS o E-MAIL, consente ad oltre 600 concittadini di accedere immediatamente alle informazioni.
Tale sistema, che l’Amministrazione comunale vuole incrementare, è già impiegato con successo anche negli ambiti di protezione civile, nei casi di emergenza e rischio idrogeologico.

Nel settore della programmazione edilizia, con l’intento di portare tale settore fuori dalla crisi, sono stati adottati il Piano Particolareggiato del Centro Storico e il Piano Urbanistico Comunale; è stata inoltre adottata ed approvata una variante al piano urbanistico comunale vigente per la realizzazione del porto turistico di Porto Pozzo e del campo da golf a S. Pasquale. Sono state introdotte nuove norme sulle tipologie edilizie dei Piani di Lottizzazione nelle zone di espansione, al fine di migliorare la qualità urbana ed architettonica ed evitando la tipologia dei “condomini”. Sono previste, inoltre, nuove aree da destinarsi all’edilizia agevolata. Non ultimo, abbiamo avviato ormai da tempo la procedura definitiva per l’esame dei condoni edilizi giacenti negli scaffali ormai da decenni: per quelli già definiti, si è registrato un introito per le casse comunali di circa 500 mila Euro. Uno studio importante, effettuato ed approvato dalle autorità competenti, è quello relativo alla individuazione delle aree a pericolosità idrauliche e geologiche in modo da salvaguardare la sicurezza dei cittadini ed evitare tragedie come quelle successe ultimamente in Sardegna.

Abbiamo curato la manutenzione e la pulizia degli spazi pubblici per fare del territorio comunale un ambito accogliente e ordinato.
Sono aumentate di numero le spiagge su cui sono stati fatti interventi di pulizia, con operazioni anticipate per le festività pasquali e ritardate nella chiusura; è stato inoltre istituito il servizio di pulizia delle cunette stradali, effettuato anche nei mesi primaverili e invernali, con un ampliamento dell’arco temporale d’impegno di circa sei mesi; è stata predisposta e organizzata l’area di sgambamento per i cani, servizio richiesto e presente nelle principali città turistiche italiane.
Il salto di qualità penso sia evidente anche per quanto riguarda i giardini pubblici principali, che sono diventati piccole oasi. Radicalmente modificato anche l’ingresso al paese da via Nazionale, con una lunga fascia di verde fruibile accompagnata dal ripristino degli oleandri.

Nel settore della cultura, abbiamo reso operativo il Museo Lu Brandali consentendo così la fruizione e la valorizzazione del sito archeologico, abbiamo reso accessibile la Torre spagnola, abbiamo reso fruibile la Biblioteca in Via del Porto e incrementato la sua disponibilità e il suo utilizzo così come per la Mediateca. La stagione teatrale e di danza è diventata una concreta e apprezzata realtà, e sono state aiutate, sul piano logistico e finanziario, le principali attività culturali del territorio. Gli interventi effettuati in questo settore, così come in quello dei servizi generali, ha prodotto la formazione di alcune cooperative di giovani Lungunesi che oggi possono guardare al futuro con maggiore speranza.

Nel settore del Turismo sono state effettuate promozioni del territorio comunale, si è partecipato alle Fiere di settore, promosso convegni, spettacoli e manifestazioni varie a cui sono state assegnate le relative risorse finanziarie. Fra le nuove manifestazioni avviate spicca il BUSKERS FESTIVAL – la Rassegna Internazionale di Artisti di Strada, che il prossimo luglio giungerà alla sua terza edizione.

Altra iniziativa importante è stata quella di avviare la procedura di acquisizione dell’ex albergo ESIT attraverso Deliberazioni del Consiglio comunale che seguono, ormai da alcuni mesi, l’iter di legge e che ci vedono fortemente determinati per una conclusione positiva, che costituirebbe la realizzazione di ciò che, a mio giudizio, è il sogno di tanti Lungunesi.

Voglio citare anche l’istituzione di vari corsi di professionalizzazione, di interesse pubblico, quali: inglese turistico, fotografia, ceramica, cucina, cucito, alfabetizzazione elettronica, primo soccorso aziendale, ecc. che hanno visto la partecipazione di tanti cittadini e fatto registrare un alto gradimento.
Nel settore delle opere pubbliche e dell’arredo urbano è stato ultimato il Teatro “Nelson Mandela”, sono in via di ultimazione i lavori di Via Nazionale e del parcheggio nell’area portuale, è stata ampliata e potenziata l’area giochi per i bambini in Piazzetta Padre Pio, sono stati realizzati la piazza di Ruoni, il campo di calcetto a Porto Pozzo, il belvedere a S. Pasquale. Sono stati compiuti interventi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici, attraverso la sostituzione delle lampade stradali con LED a basso consumo e la realizzazione di impianti fotovoltaici nelle principali strutture comunali, che consentiranno a regime un risparmio di circa il 70%.
Sono stati effettuati, inoltre, interventi straordinari per la sistemazione della Strada provinciale di Capo Testa e realizzati 14 alloggi di edilizia economica e popolare. Sono stati eseguiti lavori di sistemazione del cimitero di Boncaminu, dell’area parcheggio di Via Valle d’Aosta, di ristrutturazione dell’autoparco comunale per la sede della Protezione Civile, di manutenzione al Palasport comunale, a difesa del bacino portuale di Santa Teresa (frangiflutti). Sono in via di affidamento i lavori di efficientamento energetico del palasport e della scuola elementare, con finanziamento da parte della RAS, e più in generale sono stati realizzati interventi finalizzati al recupero di spazi dimenticati.

Nel settore della tutela ambientale, oltre alla già citata pulizia delle spiagge, si è potenziato il sistema della raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta”, incrementata con punti di “conferimento itineranti” che ha raggiunto percentuali di differenziazione di oltre il 65%.
Le criticità emerse con la chiusura dell’area di Veldigalera saranno presto superate dalla realizzazione di una “stazione ecologica”, già munita di progetto esecutivo, che ci consentirà di avere in tempi brevi un nuovo sito idoneo a soddisfare le esigenze della nostra comunità e a incrementare le percentuali di differenziazione.

Nel settore dei servizi scolastici, oltre ad aver avviato l’apertura dell’asilo nido, siamo intervenuti con il massimo impegno al fine di garantire un adeguato funzionamento del mondo della scuola, finanziando interventi non previsti dalle autorità scolastiche regionali e statali e assicurando tra l’altro, agli alunni della scuola primaria, la fruizione gratuita del trasporto, della mensa. Sono state inoltre istituite nuove borse di studio riservate agli studenti universitari.
Rivendico con orgoglio il forte impegno politico e finanziario che l’Amministrazione comunale ha profuso a sostegno delle fasce più deboli della nostra comunità e che ha dato risultati importanti: il fondo di sostegno alle persone e alle famiglie bisognose è stato notevolmente potenziato ed integrato, con risorse del bilancio comunale.

Non posso non spendere qualche riflessione sulla Società Silene. Ciò che abbiamo ereditato era una Società pubblica con grosse difficoltà gestionali che ne stavano pregiudicando la sussistenza. Abbiamo operato con grande senso di responsabilità e realismo nella considerazione che la Silene svolge un ruolo fondamentale nella gestione di alcuni importanti servizi quali i parcheggi pubblici, il verde pubblico e, soprattutto, il Porto e il cantiere. Dalla ristrutturazione che abbiamo impostato per questa Società oggi emerge un dato inconfutabile: i costi del personale si sono ridotti di circa 500 mila Euro ogni anno. Oltre a questo mi preme ricordare che, così come previsto nel Programma elettorale del 2010, tutti i cittadini residenti allora in lista di attesa per ottenere un posto barca sono stati soddisfatti. L’attivazione del servizio di Farmacia comunale a Porto Pozzo, che la Silene gestisce con altra società in partecipazione ha dato ottimi risultati sia sul piano della gestione finanziaria sia su quello, più importante, di servizio ai cittadini.

Nella fase storica di grossa criticità che stiamo attraversando, l’impegno profuso dall’intero gruppo consiliare di maggioranza è stato determinante nel limitare le condizioni di difficoltà alle fasce sociali più deboli, facendo in modo di intervenire in maniera esemplare sul bilancio comunale per assicurare le risorse finanziarie tese a garantire, ai cittadini in difficoltà, condizioni di vita dignitose.

L’ incarico amministrativo di questi anni è stato svolto con determinazione e senso di responsabilità, all’insegna dell’umiltà e della trasparenza anche se, purtroppo, per diversi motivi, non tutti gli obiettivi sono stati raggiunti, principalmente a causa della crisi economica, della conseguente drastica riduzione dei trasferimenti di risorse finanziarie dallo Stato centrale e quindi dalla Regione ai Comuni.

Con l’esperienza maturata credo di poter dire che, per le difficoltà legate al raggiungimento di uno sviluppo equilibrato e sostenibile ormai indifferibile, non vi può essere spazio per l’improvvisazione dell’ultimo momento. Il raggiungimento di questo complesso obiettivo richiede un’azione di continuità che consenta di mettere a frutto l’esperienza maturata e le politiche avviate.

Con questo spirito e con tale prospettiva ho accettato la ricandidatura a Sindaco, e mi sono impegnato nella formazione di una lista civica che vede, oltre alla riconferma di alcuni consiglieri “uscenti”, la presenza di un nutrito numero di nuovi concittadini e soprattutto concittadine. Se la lista da me coordinata vedrà riconfermata la fiducia degli elettori, inizieremo il nuovo mandato con rinnovata e rinvigorita azione di governo così riassumibile: studio di un Progetto Strategico di sviluppo con il coinvolgimento delle Facoltà Universitarie di Urbanistica, Agraria e Economia Turistica. Per la individuazione e la valutazione degli obiettivi, ampio spazio verrà dato alla discussione con la comunità cittadina e, in particolare, con le organizzazioni sociali, gli operatori turistici, culturali, i giovani e tutti i portatori di interesse legati allo sviluppo del nostro territorio.
Stefano Ilario Pisciottu
Sindaco di Santa Teresa Gallura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.